Manchester City, Guardiola scatenato: “Servirebbe l’antidoping al calendario”

Pubblicato il autore: Stefano Scibilia Segui


Il Manchester City di Guardiola in questa stagione sembrerebbe essere la squadra più quotata per la vittoria finale in Premier League, grazie ad una serie di vittorie che hanno creato un netto distacco dai rivali di sempre del Manchester United, che si trovano a ben 15 punti di distanza. L’ex tecnico del Barcellona ha visto la sua squadra tornare a vincere contro il Watford, riprendendo nuovamente la sua rincorsa al titolo.

Guardiola questa volta si trasforma in Mourinho e parla con disappunto degli impegni in calendario legati alla stagione, che secondo l’allenatore ha dei ritmi troppo intensi per i giocatori: “La tradizione va rispettata, ma questo calendario non protegge i giocatori, anzi li ammazza. Non è normale andare avanti così, nel calcio facciamo tanti controlli antidoping, ma bisogna controllare anche l’eccesso di impegni. Gli artisti di questo sport sono i calciatori, la gente va allo stadio per vederli all’opera, ma non si può giocare ogni due giorni, questo non è basket né tennis, nel calcio il recupero non è cosi’ rapido come in altre discipline”.

Parole abbastanza chiare quelle del tecnico, che non vuole che la sua squadra finisca ad essere vittima della stanchezza, che fino a questo momento potrebbe essere forse l’unica vera avversaria in Premier di  questa squadra, dato il netto vantaggio sulle inseguitrici.

  •   
  •  
  •  
  •