Higuain al Chelsea: c’è il benestare della Juventus

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui

Con ogni probabilità l’ultima immagine di Higuain con addosso la maglia del Milan potrebbe essere quella di ieri sera, a Jeddah, con il “pipita” corrucciato e nervoso a seguito della sconfitta dei rossoneri in finale di Supercoppa Italiana. Il 16 gennaio 2019 verrà ricordato come il giorno del grande e definitivo strappo tra Gonzalo e la società rossonera. Nel pomeriggio di ieri è filtrata la notizia del forfait dell’argentino a seguito di un leggero stato influenzale. Febbre che gli ha impedito di partecipare ad una foto di gruppo e che pare lo abbia fatto desistere dal giocare dal primo minuto nonostante i tentativi di Gennaro Gattuso di convincerlo. Higuain si è accomodato in panchina ed è entrato in campo solamente al 70′, con il “diavolo” in svantaggio, non incidendo minimamente.

Al termine del match, poi, si sono susseguiti i rumors su possibili contatti tra la Juventus, proprietaria del cartellino del calciatore, e il Chelsea, trovando un accordo sulla base di un prestito di sei mesi con obbligo di un ulteriore prestito di un altro anno a determinate condizioni, legate alle prestazioni del giocatore e agli obiettivi di squadra. Higuain, così, potrà riabbracciare Maurizio Sarri, suo allenatore ai tempi del Napoli, con il quale riuscì a frantumare qualsiasi record nella stagione 2015/2016, chiudendo il campionato con 36 reti all’attivo.

Si conclude, invece, in maniera mesta la sua avventura, ben poco esaltante, in rossonero iniziata lo scorso mese di agosto. I numeri, in tal senso, sono emblematici: il “pipita” su 22 presenze tra campionato e coppe ha messo a segno solamente 8 centri, una miseria se paragonati al suo rendimento standard nelle passate stagioni. Il tracollo all’ombra della Madonnina ebbe inizio l’11 novembre scorso, proprio durante la sfida di campionato con la Juventus: fallì un rigore e venne espulso. Dovette restare fermo ai box per due giornate, per poi ritrovare la via del gol solamente lo scorso 29 dicembre, in occasione della vittoria per 2-1 con la Spal.

Nel frattempo l’eliminazione in Europa League ed un feeling mai sbocciato con l’ambiente milanista. Successivamente le continue voci di mercato, la febbre di Jeddah e il ko in Supercoppa. Higuain sempre più scontento e nervoso. Ora la svolta, qualcosa sta per cambiare nel destino del “pipita“. La sua avventura all’ombra della Madonnina sta per concludersi, archiviandola come esperienza decisamente negativa. Gattuso lo ha sempre difeso e coccolato mentre le parole di Leonardo, di qualche giorno fa, sono state alquanto significative:”Higuain ora deve pedalare. Deve continuare a fare gol ed assumersi le responsabilità“. Affermazioni al vetriolo che simboleggiano un rapporto ridotto ai minimi termini tra l’argentino e la dirigenza del club di via Aldo Rossi. Il futuro del “pipita” si tinge di Blues. Manca ancora l’ufficialità ma la trattativa tra Juventus e Chelsea appare ben impostata. Higuain si dirige verso la Premier League, provando a ritrovare sé stesso tra le braccia del suo mentore, Maurizio Sarri.

  •   
  •  
  •  
  •