Costruiamo un Wolves formato europeo!

Pubblicato il autore: manuel Segui

Il Wolverhampton, grazie ad una gestione minuziosa ed intelligente, è entrata in poco tempo nelle migliori del calcio inglese, come testimonia la qualificazione recente in Europa League, e l’ottima Premier League sinora disputata.
Una crescita monstre, quanto inaspettata, per una squadra che sino al 2015 si trovava in Championship.
Colpi mirati, senza spendere cifre folli, ma studiati, che hanno permesso al Wolves di ritrovarsi senza problemi nelle prime dieci posizioni in Premier League.
L’idea principale è stata di investire in Lusitania, zona dalla quale arrivano gli attuali pilastri del club, quali Rui Patricio, Joao Moutinho, Ruben Neves e Diogo Jota.
La visione del club inglese sul mondo portoghese è stata geniale è ha rappresentato fin qua una rarità per il calcio inglese, che in passato, eccezion fatta per Ronaldo, aveva visto pochi talenti arrivare da quella terra.
Per rinforzare ulteriormente il club non ho speso troppo, tuttavia ho cercato di completare la rosa nel miglior modo possibile.
Partendo dalla panchina, è scontata la conferma del tecnico Espirito Santo, artefattore della cavalcata dei propri ragazzi ai piani alti della classifica.
Il portoghese ha plasmato i suoi su un 3-4-3 a trazione offensiva, nel quale gli esterni di centrocampo spingono, mentre l’equilibrio viene portato più dai due interni, che devono avere caratteristiche perlopiù difensive.
Passiamo ora alle cessioni:

LEANDER DENDONCKER: +25 MILIONI
Il belga ha dimostrato di avere qualità, e la sua duttilità non è passata inosservata. Tuttavia, nelle ultime apparizioni è stato relegato alla panchina e non sembra fondamentale nel progetto del club.
Quando è partito difensore centrale ha reso meglio, dimostrandosi poco abile con i piedi, e per questo spesso arretrato. Proprio la sua negligenza nel creare gioco,è stata negli ultimi due anni un suo limite, ed Espirito Santo vuole profili più tecnici.
Vale intorno ai 25 milioni, una cifra considerevole visto il periodo attuale, e dunque lo lascerei partire, anche perché è cercato al di fuori della Premier.

JESUS VALLEJO: +10 MILIONI
Il difensore ex- Real Madrid non si è trovato con il Wolves, e con poco minutaggio a disposizione, è stato prestato.
La dirigenza non è convinta dalle sue prestazioni, e dove ha giocato non ha mai lasciato il segno: troppe le lacune da colmare, l’iberico è troppo rude negli interventi e deve affinare le capacità in fase di marcatura.
Personalmente lo farei migrare altrove, guadagnando cosi una cifra pari a 10 milioni.

RYAN BENNETT:+5 MILIONI
Calciatore navigato in Premier League, attualmente si trova in prestito al Leicester, dove ha incrociato in maniera sporadica la via del campo.
Con la casacca dei lupi ( altro modo per indicare il Wolverhampton ) ha inciso poco, soprattutto nel passato recente, e nonostante l’esperienza che porta in dote, darei spazio a ragazzi più giovani.

LEO BONATINI:+ 3 MILIONI
La punta brasiliana non rientra nel nostro progetto, e dunque, per circa tre milioni lo cederei.

Dall’ insieme delle cessioni ricaviamo 43 milioni, ai quali aggiungo ulteriori 40 derivanti dalle casse della società, in maniera tale da averne 83 per agire in entrata.
Vediamo, dunque, il calciomercato per rinforzare la rosa:

ANDREAS CHRISTENSEN: -25 MILIONI
Il difensore danese non ha mai convinto del tutto al Chelsea: arrivato tra molte aspettative dopo due stagioni al Gladbach, inizialmente si era preso il posto da titolare grazie a Conte, che credeva molto in lui.
Dall’arrivo di Sarri sino ad oggi, le sue prestazioni sono calate e Andreas in certe occasioni non si è dimostrato pronto, commettendo errori grossolani.
Le sue potenzialità non sono mai emerse del tutto, e con i Blues, il rapporto sembra ai minimi storici.
Costa 25 milioni, ma ha le capacità per esplodere, come già dimostrato in Germania, e in una piazza con meno pressioni potrebbe trovare la propria dimensione.

MALANG SARR: PARAMETRO 0
Il francese diventerà uno svincolato di lusso a Giugno, dopo il mancato accordo con il Nizza sul rinnovo.
Sarr è il tipico difensore centrale francese: roccioso fisicamente, abile nei contrasti e con buone doti nei colpi di testa.
Malang è un profilo giovane e futuribile, e acquistato a parametro 0 diventerebbe il perfetto titolare vicino a Christensen e Coady.

ALLAN: -40 MILIONI
Nel 3-4-3 di Espirito Santo, i due centrocampisti giocano molto arretrati, ma non sono mediani puri poiché devono essere anche discretamente bravi ad impostare la manovra.
Allan rispecchia alla perfezione il prototipo del calciatore ideale per il tecnico portoghese, e un giocatore come lui, farebbe molto comodo ai lupi.
Prima dello stop causa Coronavirus ha giocato in maniera esigua, e il club partenopeo non ha mai chiuso le porte ad una possibile cessione.
In Inghilterra lo segue già l’Everton, tuttavia le ambizioni del Wolves sono maggiori, e per assicurarmelo offrirei 40 milioni cash, cifra sulla quale De Laurentis potrebbe cedere.

TOMAS TAVARES: -15 MILIONI
Concludiamo la campagna acquisti volando in Portogallo, dove tra i tanti giovani, negli ultimi mesi è emersa la figura di Tomas Tavares.
Nasce terzino destro, ma è in grado di giocare su entrambe le fasce, ed ha un ottima propensione alla fase offensiva, dunque capace di elevare il proprio baricentro sino alla linea dei centrocampisti.
Ha 19 anni, è può migliorare ancora a difendere, ma ha le carte in regola per diventare un “craque”.

Andiamo ad osservare la formazione grazie ai nuovi rinforzi, schierata con un 3-4-3:
RUI PATRICIO ( RUDDY)
M.SARR( SAISS)
C.COADY ( KILMAN )
A.CHRISTENSEN ( BOLY)
J.OTTO ( RUBEN VINAGRE- MATHESON)
RUBEN NEVES ( JOAO MOUTINHO)
ALLAN ( GIBBS-WHITE – LOIODICE)
M.DOHERTY ( T.TAVARES)
D. JOTA ( D.PODENCE)
R.JIMENEZ ( L.CAMPANA)
A.TRAORE( P.NETO)

  •   
  •  
  •  
  •