Superlega: i club della Premier League fanno marcia indietro

Pubblicato il autore: Martina Musu Segui

I sei club della Premier League coinvolti nella Superlega hanno fatto marcia indietro

Nella giornata di ieri, in tarda serata, dopo una lunga riunione d’urgenza tra i 12 club fondatori le sei squadre appartenenti alla Premier League, dopo le forti pressioni da parte dei fans e del mondo della politica, hanno deciso di fare marcia indietro. Il Chelsea è stato il primo club ad annunciare il proprio ritiro, e dopo l’annuncio dell’abbandono da parte del Manchester City, gli altri quattro club – Liverpool, Manchester United, Arsenal e Tottenham – intorno alle ore 23:00 di ieri notte hanno dato le loro dimissioni.
Il potere dei tifosi del mondo del calcio ha portato l’odiato e contesto progetto della Superlega europea sull’orlo del collasso. Nessuno dei club coinvolti aveva previsto una rabbia così forte da parte dei tifosi. Il presidente del Liverpool John W Henry ha chiesto scusa ai propri tifosi con un video ufficiale pubblicato su Twitter.

Leggi anche:  Probabili formazioni Chelsea Real Madrid: Werner in panchina, rientra Ramos

Prime dichiarazioni

In seguito al ritiro delle sei squadre inglesi dalla Superlega, in presidente della UEFA Aleksander Ceferin ha rilasciato un comunicato stampa. Il presidente ha affermato: “ho detto ieri che è ammirevole ammettere di aver commesso un errore e questi club hanno fatto un grosso sbaglio. Ma adesso sono tornati all’ovile e io sono consapevole che hanno molto da offrire non solo nei campionati ma anche nelle competizioni europee. La cosa importante adesso è andare avanti, ricostruire l’unità che questo sport aveva prima e continuare assieme“.

  •   
  •  
  •  
  •