UFFICIALE Roma, Sabatini rescinde il contratto: ecco chi potrebbe essere il successore

Pubblicato il autore: Mario Massimo Perri Segui

Rescissione consensuale del contratto tra la Roma e Sabatini. Adesso è ufficiale: Sabatini e la Roma si separano dopo cinque anni. La società giallorossa annuncia via Twitter la rottura. Conferenza stampa domani alle ore 13.

Sabatini

Walter Sabatini (nella foto), attuale ds della Roma

Adesso è ufficiale. La storia tra la Roma e Sabatini è giunta al capolinea. Dopo svariati ripensamenti e cinque anni passati in giallorosso l’attuale ds ha rescisso il contratto con la società romanista. L’annuncio è avvenuto via Twitter da parte della società giallorossa, che ha comunicato la decisione, d’accordo con il diretto interessato, della rescissione consensuale del contratto tra Sabatini e la Roma. Il braccio destro di Pallotta, Franco Baldini, avrebbe già individuato i profili giusti per sostituire l’ex direttore sportivo del Palermo. Si tratta di Ariedo Braida (attualmente nello staff del Barcellona) Andrea Berta (Atletico Madrid) e Monchi (Siviglia).

Roma Sabatini, l’addio è UFFICIALE: con Pallotta non c’è più feeling

Dopo essere tornato sui suoi passi diverse volte, Walter Sabatini e la Roma si separano ufficialmente: non c’erano più le condizioni per restare a Roma. Già domenica scorsa, in occasione del match (poi vinto dai giallorossi) contro l’Inter, il ds non era presente sugli spalti, sintomo di come la situazione tra le parti fosse diventata, ormai, insostenibile. Era stata programmata anche una conferenza stampa, in occasione della pausa per le nazionali, in cui Sabatini e la Roma avrebbero dovuto spiegare – congiuntamente – i motivi del divorzio. Tuttavia, la Roma ha preferito comunicare (prima della conferenza ufficiale che si terrà nella giornata di domani alle ore 13) la decisione tramite il proprio account Twitter:

Addio Roma-Sabatini, ecco chi sono i possibili sostituti

I nomi che circolano per sostituire alla Roma Sabatini sono tre: Ariedo Braida, Andrea Berta e Monchi. Il primo, noto per i suoi successi al Milan, è attualmente il vice di Mendes al Barcellona, e potrebbe accettare di buon grado la proposta giallorossa, che gli consentirebbe di tornare in Italia in pianta stabile. Inoltre, il nome di Braida troverebbe l’approvazione anche di Umberto Gandini, neo amministratore delegato giallorosso con un passato da rossonero. Ma il nome che parrebbe essere in vantaggio è quello di Ramon Rodriguez Verdejo, meglio noto come Monchi, che lascerà il Siviglia dopo sedici anni in cui gli andalusi hanno conquistato nove titoli (tra cui le ultime tre Europa League) e hanno mantenuto sempre in ordine il bilancio.

  •   
  •  
  •  
  •