Inter a un bivio: record dei 4 allenatori o svolta

Pubblicato il autore: Alessandro Ricci

foto inter
Campionato difficile per l’Inter, ma anche strano se è vero che molte volte la squadra non meritava il risultato negativo. Sulla carta la sua rosa è competitiva e presi singolarmente i giocatori sono forti, in ogni ruolo. Stagione strana che paga probabilmente l’esonero di Mancini poco prima l’inizio di campionato: l’errore è da rintracciare lì, i giocatori pur bravi non hanno avuto il tempo di assimilare le idee di del sostituto De Boer e con prestazioni altalenanti non sono riusciti a dare un senso, una logica al cammino in serie A e nemmeno a quello in Europa League. Pioli è un marpione e c’è la speranza che sappia dare motivazione alla squadra e ai giocatori perché credano in se stessi e nella possibilità di cambiare passo. C’è la speranza che l’Inter non superi il suo record di quattro allenatori nella stessa stagione, quella di Simoni, Lucescu, Castellini e Hodgson. Pur avendo giocatori fortissimi, quella Inter non riusciva a fare tre passaggi di fila e tutti ne cercavano il motivo: sembrava una squadra stregata, guidata da un patron generoso ma non tanto determinato nel trarre il meglio dai suoi giocatori, che un pochino viziava. E’ necessario che l’Inter non prenda quella strada, quella totale mancanza di fiducia, quella fragilità che al primo errore porta a deprimersi e a non giocare più. L’Inter ha bisogno dei suoi tifosi, di tutti i suoi tifosi e del loro entusiasmo che nonostante venga ciclicamente messo a dura prova non manca mai di stupire: è necessario crederci ancora, perché non si passi una stagione a deprimersi e si lotti dando sempre il massimo.

Leggi anche:  Cagliari: Ranieri contro il Benevento userà il jolly, da decidere il ruolo
  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: