Serie B: il pazzo Pescara di Zeman, dal 2-0 al 3-3 con la Ternana

Pubblicato il autore: Paolopier7 Segui

Partita delicata allo stadio Adriatico tra il Pescara di Zeman e la Ternana di Pochesci, con i biancazzurrri di casa che devono necessariamente fare punti per scacciare la crisi degli ultimi tempi.
Un match che vedrà in campo l’ariete Pettinari, il bomber degli adriatici con 10 goal all’attivo e che sarà il grande ex di turno, dopo la parentesi vissuta in maglia rossoverde nella passata stagione.
Prima convocazione stagionale per l’esperto difensore Stendardo (36), che andrà in panchina e sarà a disposizione di Zeman in caso di necessità, mentre sul fronte umbro va detto che la Ternana è reduce da una gara molto positiva contro il Perugia.
Non c’è il pubblico delle grandi occasioni allo stadio Adriatico, con meno di 7000 spettatori sugli spalti dell’impianto.
Primo tempo di marca biancazzurra, con il vantaggio del Pescara che porta la firma del centrocampista Valzania, bravo a trovare l’angolino con un tiro preciso che si insacca in rete.
Il raddoppio del delfino arriva allo scadere con l’ariete Pettinari, che di testa firma il suo goal numero 11 in campionato, sfruttando il preciso assist di Zampano.
Partita chiusa? Niente affatto, in quanto nella ripresa esce il carattere della Ternana che accorcia con Montalto dopo 3 minuti, quindi approfitta dell’espulsione di Perrotta ed acciuffa il pari con Tremolada, dopo la respinta di Fiorillo sul penalty.
La Ternana ci crede e con l’uomo in  più si porta addirittura sul 2-3 grazie al goal di Valjent, ma a poco più di 10′ dal termine resta in 10 anch’essa per il rosso a Signorini.
Zeman mette dentro l’attaccante Capone e spinge i suoi in avanti, così nel recupero è ancora Valzania a trovare la giocata vincente, con un bolide imprendibile che vale il 3-3 del Pescara.

  •   
  •  
  •  
  •