Salernitana-Carpi 1-2: gol Sprocati e sprecati, gli ospiti espugnano l’Arechi

Pubblicato il autore: Stefano Cabrini Segui


Torna a vincere in trasferta il Carpi e lo fa da corsaro allo stadio “Arechi” di Salerno.
I padroni di casa della Salernitana reduci dal pareggio in extremis nel posticipo di lunedì riacciuffati dalla Ternana, mantengono la difesa a tre mentre in attacco c’è Rossi supportato ai lati da Sprocati e Di Roberto con Rosina e Palombi non al meglio in panchina.
Gli ospiti rispondono con il classico 4-4-2 con il neo acquisto Garritano preferito a Pasciuti e la coppia offensiva Melchiorri- Mbakogu, desiderosi di abbandonare l’ultimo posto nella classifica dei gol all’attivo, solo 20 infatti in stagione.Da ricordare prima dell’inizio del match il minuto di raccoglimento per la morte del CT delle “Notti magiche” di Italia 90 Azeglio Vicini e la particolare fascia al braccio dei due capitani Poli e Schiavi dedicata ad Andrea Fortunato, Pier Mario Morosini e Leonardo Falzetti per la promozione dell’inserimento degli esami ematici per i giovani calciatori.

Partono forte i granata che dopo soli ventiquattro secondi impensieriscono Colombi ma il destro da fuori di Rossi è troppo debole.La Salernitana tiene bene il campo, cerca fraseggi corti e sfrutta la parte sinistra del campo dove Zito, Vitale e Sprocati costringono sulla difensiva gli esterni emiliani, il Carpi dal canto suo cerca lanci lunghi verso le punte senza mai impegnare la difesa nonostante i tre calci d’angolo collezionati in dieci minuti.
Brutta entrata di Mbaye su Odjer che non riesce a rientrare in campo e viene sostituito da Monaco, che prende posto in difesa, alzando Vitale sulla linea dei centrocampisti.
Inizia a piovere intensamente e proprio quando la squadra di Colantuono è padrona del campo, Garritano lavora un ottimo pallone sul lato sinistro e serve il capitano Poli che arriva a rimorchio e fulmina Radunovic dalla distanza con un destro imparabile.

Leggi anche:  Serie B a 21 squadre dal prossimo anno? Ghirelli si oppone.

Un po’ a sorpresa il Carpi in vantaggio ma dura solo tre minuti quando prima del fischio finale Mattia Sprocati penetra in area di rigore dopo uno scambio con Rossi e batte di sinistro Colombi in uscita.
Ottavo gol in campionato per l’ex Pro Vercelli che togliendosi la maglia viene ammonito dal direttore di gara. Si va così al riposo sul risultato di uno a uno.
Nessun cambio dopo l’intervallo ma i padroni di casa partono con il piede sull’acceleratore e nei primi due minuti Di Roberto prima e Sprocati poi vanno vicinissimi al gol del vantaggio ma il 26enne cresciuto nell’Atalanta si supera in entrambe le occasioni.

Prima del secondo cambio della gara (Kiyine prende il posto di Di Roberto) i granata sono ancora pericolosi con Vitale che non aggancia da pochi passi e con Zito che lascia partire un gran sinistro ma non inquadra lo specchio della porta. Brivido in area campana quando Schiavi sugli sviluppi di una punizione per il Carpi trattiene Ligi, dando lavoro agli esperti di moviola.Calabro manda in campo Pasciuti per Garritano per dare più incisività alla manovra d’attacco ma è Mbagoku che pericoloso sulla sinistra mette dentro per Verna che di destro batte Radunovic per il suo secondo gol in campionato.
Colantuono corre subito ai ripari inserendo Palombi per cercare di ribaltare il risultato nell’ultimo quarto d’ora, gli spazi si allargano e il velocista Jerry Mbagoku si esalta partendo dalla sua metacampo ma concludendo alto un sinistro a giro.
Esordio per l’ex Benevento Di Chiara che rileva Melchiorri mentre la panchina granata si arrabbia per un possibile fallo di mano in area nel tentativo di anticipare Sporcati.
Inutile il forcing finale ed il Carpi si porta a casa i tre punti e resta attaccato al treno play off.

Leggi anche:  Serie B, dove vedere Virtus Entella Spal: diretta tv e streaming

Come colonna sonora finale i fischi dei tifosi campani, arrabbiati per l’andamento dei propri beniamini che hanno centrato solo due vittorie in dodici partite e restano al tredicesimo posto a trenta punti.
Buona prestazione comunque per i padroni di casa nonostante i troppi gol falliti sul risultato di parità, il Carpi può ritenersi ampiamente soddisfatto per il risultato e la percentuale realizzativa.
Prossimi impegni: in casa per il Carpi contro la Cremonese mentre la Salernitana sfiderà il Pescara di Zeman all’ “Adriatico”.

  •   
  •  
  •  
  •