Palermo, Tedino ad un passo dall’esonero. Stellone in pole, De Biasi riflette

Pubblicato il autore: Alessandro Marini Segui

PALERMO, ITALY – MARCH 25: Igor Coronado of Palermo celebrates after scoring his team’s fourth goal during the serie B match between US Citta di Palermo and Carpi FC at Stadio Renzo Barbera on March 25, 2018 in Palermo, Italy. (Photo by Tullio M. Puglia/Getty Images)

Sono ore caldissime in casa Palermo all’indomani della pesantissima sconfitta contro il Venezia per 3-0. I rosanero ora rischiano seriamente di giocare i play-off per la promozione alla prossima Serie A ed il futuro di Bruno Tedino, a questo punto, sembra ormai segnato. Il presidente Maurizio Zamparini, da quanto riportano rumors degli addetti ai lavori, avrebbe riflettuto tutta la notte sul da farsi e sarebbe giunto alla conclusione di esonerare il tecnico trevigiano, ex Pordenone. Nel corso della stagione Zamparini aveva più volte confermato la fiducia al classe ’64, con il quale aveva collaborato ai tempi della sua presidenza al Venezia, ma i risultati altalenanti in campionato hanno portato alla decisione estrema: troppo pochi 16 punti nelle ultime 10 partite e troppo pesanti le sconfitte contro Parma, lo scorso 2 aprile, e Venezia, ieri nell’anticipo del Penzo. Nel post-gara di ieri sera Tedino ha ammesso di sapere di essere in bilico ma si è anche detto disposto a migliorare la situazione per far ripartire la sua squadra. Probabilmente, però, a nulla serviranno queste dichiarazioni di rivalsa: in giornata arriverà, salvo clamorose sorprese, l’esonero di Tedino. Sono diversi i nomi per la sua successione.

Leggi anche:  Serie B, dove vedere Chievo Lecce streaming gratis e diretta tv

Palermo, per il dopo Tedino in pole c’è Stellone

Il Palermo dovrà tornare in campo lunedì sera nell’anticipo di lusso della 39esima giornata contro il Bari, con il nuovo tecnico che avrà quindi un solo allenamento per capire chi far scendere in campo al Renzo Barbera. In pole position per il dopo Tedino c’è Roberto Stellone: il tecnico romano è libero da un anno e mezzo, quando venne esonerato dal Bari dopo appena tredici partite, ed è pronto ad una nuova grande avventura. Il classe ’77 è stato anche l’artefice della storica promozione in Serie A del Frosinone nella stagione 2014-2015: dunque un profilo giovane che predica un ottimo calcio e con una grande voglia di riscatto sulla panchina di un grande club come quello rosanero, anche se a quanto pare avrebbe già un accordo con il Venezia per la prossima stagione. Un altro nome forte di Zamparini è quello di Gianni De Biasi: l’ex tecnico dell’Albania ed attuale commentatore tecnico delle gare della nazionale per la Rai starebbe prendendo tempo, riflettendo sulla possibilità di tuffarsi in questa nuova avventura. Sullo sfondo rimane un poco probabile ritorno di Roberto Bortoluzzi, che traghettò i rosanero nella orribile stagione dello scorso anno, culminata con la retrocessione in serie B. Inoltre ieri è circolato anche il nome di Alessandro Nesta, ex allenatore del Miami e pronto alla sua prima panchina in Italia. Da valutare anche la situazione relativa al direttore sportivo Aladino Valoti che potrebbe essere licenziato contemporaneamente all’esonero di Tedino. Il Palermo è atteso in campo nel pomeriggio per un allenamento a porte chiuse: tra qualche ora, quindi, sapremo se, come pare, Tedino sarà esonerato e soprattutto chi lo sostituirà.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: