Serie B: Brescia e Carpi, esonerati gli allenatori. Corini e Castori subentrano a Suazo e Chezzi

Pubblicato il autore: Giacomo Luigi Uccheddu Segui

Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Terza vittoria stagionale, la seconda a Livorno, e prima esterna in questo campionato per il Crotone di Stroppa che supera la squadra di Lucarelli nel finale grazie a un gol di Simy portandosi temporaneamente a quota sei punti in classifica. La compagine amaranto rimane a secco. Prossimo turno piuttosto insidioso per ambo le compagini: il Livorno sarà ospite del Cosenza mentre il Crotone ospiterà in casa il Verona in un match che ha già il profumo di massimo campionato nonostante saremo soltanto alla quarta giornata.

Brescia e Carpi, esonerati gli allenatori: ecco chi subentra in panchina

Massimo Cellino, ex presidente del Cagliari e attuale del Brescia, si conferma uno dei più celebri mangia allenatori del nostro calcio. A farne le spese è stato l’honduregno David Suazo che dopo quattro partite senza vittorie compresa quella in Coppa Italia, saluta le rondinelle. Al suo posto arriva Eugenio Corini le cui due ultime esperienze in panchina con Palermo e Novara non hanno portato a buoni risultati, in ambo i casi infatti la parola fine sul rapporto era stata scritta prima della fine del campionato. L’ultima felice esperienza per il neo tecnico del Brescia risale alla stagione 2013-14 quando venne chiamato da patron Campedelli a Novembre alla guida del Chievo Verona conducendolo alla salvezza nel massimo campionato. Per Corini peraltro si tratta di un ritorno a Brescia, con questa squadra infatti giocò nelle giovanili tra il 1984 e il 1987 ed in Prima Squadra tra il 1987 e il 1990 con una breve parentesi tra il 1994 e il 1995 totalizzando 101 presenze e 11 reti.

Situazione diversa in casa Carpi dove quattro sconfitte su quattro partite giocate compresa la sfida di Coppa Italia contro la Ternana, hanno portato Marcello Chezzi a rassegnare le dimissioni accettate dalla società. Come anche a Brescia, pure i biancorossi riabbracciano una loro vecchia conoscenza, si tratta di Fabrizio Castori che dopo aver salvato sul campo il Cesena nella passata Serie B, fa ritorno a Carpi dopo un solo anno lontano da casa. Al 64enne tecnico marchigiano il compito di portare in salvo la squadra, un’altra missione importante che in questa stagione, per come quanto meno stanno le cose in questo momento, avrebbe il sapore della promozione in Serie A della quale proprio Castori insieme ai giocatori fu artefice nella stagione 2014-15. Manco a farlo apposta nel prossimo turno il Carpi sarà ospite proprio del nuovo Brescia di Corini in una sfida importante soprattutto per ottenere quella vittoria che oramai ad ambo le compagini manca da troppo tempo.

  •   
  •  
  •  
  •