Serie B, Cittadella espugna Pescara. Primo ko per gli abruzzesi sempre in vetta alla classifica

Pubblicato il autore: Paolo Pierangelo Segui

Foto Paolo Pierangelo

Era una partita delicata e da non sottovalutare come aveva detto alla vigilia il tecnico biancazzurro Pillon, in versione “pompiere” per spegnere eccessivi entusiasmi e cercando di non guardare troppo la classifica del torneo cadetto.
Allo stadio Adriatico va in scena la sfida tra il Pescara capolista e l’ostico Cittadella di Venturato, con i biancazzurri che vogliono confermare l’ottimo stato di forma e gli ospiti veneti che cercano di fare punti in trasferta.
Il match vede da subito l’ottima organizzazione del team veneto, che gioca molto alto per ostacolare la manovra degli adriatici di mister Pillon, una scelta che si rivelerà vincente da parte del mister Venturato.
Il Pescara non è quello frizzante delle ultime giornate, ed infatti saranno solamente due le occasioni per i biancazzurri: il “pitone” Mancuso intorno alla mezz’ora della ripresa con respinta di Paleari e ppoi quella di Cocco nel finale, che però incespica in area e spreca una buona chance; finisce 1-0 per il Cittadella che realizza il goal vittoria con un micidiale contropiede finalizzato da Finotto.

Leggi anche:  Dopo il rifiuto al Barcellona, il portiere si accasa in serie B!

Pescara (4-3-3): Fiorillo, Balzano, Gravillon, Perrotta, Del Grosso (83′ Antonucci), Memushaj, Brugman, Machin, Marras (62′ Palazzi), Monachello (82′ Cocco), Mancuso. All. Pillon.

Cittadella (4-3-1-2): Paleari, Ghiringhelli, Drudi (77′ Camigliano), Frare, Benedetti, Proia, Iori (57′ Pasa), Branca (83′ Settembrini), Schenetti, Scappini, Finotto. All. Venturato.

Queste le parole del tecnico Pillon in sala stampa: “Non ci fasciamo la testa, non eravamo fenomeni prima e non siamo deboli adesso, pensiamo alla prossima partita contro il Cosenza”.

  •   
  •  
  •  
  •