Pescara – Calciomercato chiuso, ora si pensa al Brescia.

Pubblicato il autore: Mattia Di Battista


Anche per il Pescara si è concluso ieri il calciomercato. Un calciomercato che ha visto il club abruzzese fare alcune operazioni in uscita per alcuni “esuberi” e alcuni colpi con giovani di prospettiva per il futuro, ma che ha anche visto un pezzo pregiato andare via all’ultimo momento.
Ma andiamo con ordine: nelle prime settimane di mercato il Pescara ha cercato di piazzare alcuni giocatori in esubero, mandando il giovane Scalera in prestito alla Sambenedettese, Fornasier anche lui in prestito al Venezia e il centrocampista Palazzi che è tornato all’Inter per essere poi girato al Monza di Silvio Berlusconi. Queste sono state le prime operazioni in uscita per i biancazzurri, che però avevano altri due giocatori da sistemare, in particolare gli attaccanti Cocco Forte, ai margini del progetto tecnico dell’allenatore Pillon. Per il primo è arrivata la risoluzione del contratto in scadenza con il Pescara, proprio nelle ultime ore di mercato. Il secondo, invece, è andato in prestito al Monza. A disposizione del mister Bepi Pillon rimarrà, dunque Monachello come punta centrale in alternativa all’ormai titolarissimo Mancuso. Il Pescara, però, ha provato fino all’ultimo a prendere un altro attaccante di livello. Tanti i nomi che sono stati fatti: da Rossi Tumminello, passando per Ciciretti, Ceravolo, Diabaté Carretta, fino ad un tentativo per riportare in Abruzzo Daniel Ciofani, vanificato dal veto del presidente del Frosinone, proprietario del cartellino. In compenso, però, è stato tesserato dopo un periodo di prova, l’uruguaiano Santiago Bellini.
Il sodalizio biancazzurro, poi, avrebbe dovuto cercare di trattenere i suoi prezzi pregiati, come più volte ribadito dal presidente Daniele Sebastiani, invece, proprio nell’ultimo giorno di calciomercato è arrivato il colpo di scena: José Machin, corteggiato a lungo dal Genoa, è stato preso in prestito con obbligo di riscatto dal Parma che ha prestato al Pescara il terzino ex Ascoli Giovanni Pinto. Una cessione, quella di Machin, che farà molto discutere la tifoseria, visto che si tratta di un elemento importantissimo per il centrocampo biancazzurro e che non sarà adeguatamente sostituito, visti i tempi dell’operazione last minute. Infine, per concludere il capitolo calciomercato sono arrivati nei giorni scorsi l’esterno d’attacco Riccardo Sottil dalla Fiorentina e il difensore Marco Bettella dall’Atalanta; due giovani di prospettiva per il futuro.
Dunque i biancazzurri si preparano alla impegnativa sfida casalinga contro il Brescia  senza l’apporto di un giocatore fondamentale come Machin a centrocampo, il che comporterà probabilmente alcuni cambiamenti nella formazione. Una formazione che, nel big match di domenica, potrebbe vedere anche l’assenza di Kanouté che ieri si è fermato per un affaticamento muscolare. Da monitorare anche Del Grosso, Memushaj Marras che però hanno svolto regolarmente la sessione pomeridiana.
La partita di domenica è una partita da vincere, contro un avversario molto temibile come il Brescia. Il Pescara deve ritrovare un po’ di smalto dopo i due deludenti pareggi a reti bianche contro Cremonese e Livorno, nei quali la squadra non ha subito gol (fatto inedito soprattutto in trasferta), ma ha dimostrato un’evidente involuzione nel gioco. Sarà una sfida dura.

  •   
  •  
  •  
  •