Il Pescara stringe per la punta, solido l’asse di mercato con il Parma

Pubblicato il autore: Paolo Pierangelo Segui


Mister Zauri del Pescara (foto Paolo Pierangelo)

Tempo di calciomercato in riva all’Adriatico, dove il Pescara di mister Zauri è impegnato per allestire l’organico in vista della nuova stagione cadetta targata 2019/2020.
Grandi manovre sul fronte dell’attacco, dove si punta al ritorno dell’esterno Sottil dalla Fiorentina, elemento che ha fatto molto bene nella parentesi biancazzurra del prestito a gennaio.

Altro nome caldo è sicuramente quello di Tuminello dell’Atalanta per quanto concerne la punta, che potrebbe arrivare in prestito a Pescara con opzione di riscatto, mentre in seconda istanza c’è anche il giovane Brunori, reduce da una stagione maiuscola in quel di Arezzo in Lega Pro ( con un bottino di ben 13 goal messi a segno).

Il Parma è il club con cui il Pescara stringerà rapporti intensi in questo calciomercato estivo, visti gli ottimi rapporti tra il patron biancazzurro Sebastiani ed il direttore emiliano Faggiano.
Oltre al già citato Brunori, c’è infatti in ballo anche il centrocampista Frank Kanoutè (21), che dall’Adriatico potrebbe trasferirsi in terra emiliana, per irrobustire il reparto nevralgico di mister D’Aversa.

In quel ruolo il Pescara si è tutelato dopo aver perfezionato l’ingaggio del valido Busellato (classe 1993), elemento duttile che può ricoprire tutti i tre ruoli del reparto nevralgico e può adattarsi all’occorrenza nella posizione di trequartista alle spalle degli attaccanti.

  •   
  •  
  •  
  •