Lega Pro Girone B: Venezia in testa con 4 espulsi, Parma-cuore da 0-2 a 4-2

Pubblicato il autore: Giacomo Garbisa Segui

lega pro_logo integrato unicef ufficiale

Cambio al vertice, il Venezia è la nuova capolista solitaria della Lega Pro Girone B. Dopo 450’, gli arancioneroverdi raggiungono la vetta approfittando della sconfitta del Pordenone, rimontato da un ottimo Parma. Partita ricca di emozioni quella al «Del Conero» di Ancona, dove il Venezia finisce addirittura in 8 per le espulsioni di Garofalo nel primo tempo, Baldanzeddu e Moreo nella ripresa, oltre all’allontanamento di mister Filippo Inzaghi. Decide una rete di Marsura al 66’ (anche l’Ancona termina in 10 per il rosso a Momenté) che regala il settimo punto nelle ultime tre gare ai lagunari che chiudono nel migliore dei modi il trittico Reggiana-Parma-Ancona con la seconda vittoria esterna consecutiva.

Ad aiutare il Venezia ci ha pensato il Parma, che espugna 4-2 il «Bottecchia» dopo 90’ di spettacolo puro: sfida fra bomber quella di Pordenone, aperta dal solito Arma su rigore che, non sazio, raddoppia a inizio ripresa salendo a quota 5 nella classifica marcatori. Ma i ramarri non fanno i conti con Nocciolini: l’ex Forlì timbra tre volte il cartellino e firma il sorpasso all’83’, trasformato in poker nel recupero da Calaiò. Il gioco del Venezia lo fa anche lo stop del Bassano, che cade 2-1 a Lumezzane consentendo ai bresciani di tornare alla vittoria dopo tre turni di digiuno: match winner Bacio Terracino che, con una doppietta, il momentaneo pareggio di Grandolfo, al terzo centro stagionale, col mister bassanese D’Angelo allontanato nel recupero.

Leggi anche:  Dove vedere Parma-Cosenza, streaming gratis e diretta tv RAI?

Pesante vittoria esterna per il Gubbio che, espugnando 1-0 il campo della FeralpiSalò con un gol di Valagussa, si porta al secondo posto assieme al Pordenone e riscatta la sconfitta interna contro la Sambenedettese. Samb che è tutt’altro che una sorpresa perché i ragazzi di mister Ottavio Palladini, con una partita da recuperare, ottengono la terza vittoria stagionale aggiudicandosi 1-0 il derby con un comunque positivo Fano (decide Mancuso). L’ultima vittoria di giornata la mette a segno l’AlbinoLeffe che, con la prima rete di Virdis (arrivato dal Venezia), liquida il Mantova e si porta a ridosso delle prime con una gara da recuperare.

Le ultime tre gare sono altrettanti pareggi per 1-1, i più dolorosi quelli per Santarcangelo e Padova. I romagnoli sbattono sul nuovo Teramo di Nofri Onofri, che alla prima dopo l’esonero di Lamberto Zauli dà subito la scossa ai teramani. Tutto accade nel finale: all’87’ vantaggio ospite con bomber Sansovini, nel recupero pareggio dell’altro goleador Cori e nel 4’ di extra time occasione d’oro per il teramano Croce che sbatte però sulla traversa. Mastica amaro il Padova che non va oltre il pari con la Maceratese subendo il pareggio di Palmieri al 94’ (gol biancoscudato di Dettori) dopo che i patavini avevano fallito un rigore con Altinier. Ultimo pari quello fra SudTirol e Forlì, coi romagnoli al secondo punto consecutivo e vicini al successo dopo che il vantaggio di Bardelloni era stato vanificato da Sparacello.

Leggi anche:  Dove vedere Palermo Turris streaming e diretta Tv Serie C

A chiudere la quinta giornata, domenica alle 14.30, il derby emiliano fra Modena-Reggiana: chi perde si trova già a recuperare tanto terreno.

Risultati quinta giornata
Lumezzane – Bassano 2-1
Sambenedettese – Fano 1-0
Santarcangelo – Teramo 1-1
FeralpiSalò – Gubbio 0-1
Padova – Maceratese 1-1
Ancona – Venezia 0-1
AlbinoLeffe – Mantova 1-0
SudTirol – Forlì 1-1
Pordenone – Parma 2-4
Modena – Reggiana domenica 18 ore 14.30

Classifica
Venezia 11; Pordenone e Gubbio 10; Sambenedettese (1 partita in meno) 9; Bassano, Santarcangelo (1 partita in meno), Parma 8; FeralpiSalò, Lumezzane 7; AlbinoLeffe (1 partita in meno) 6; Modena (1 partita in meno), Mantova, Padova (1 partita in meno), SudTirol 5; Fano, Reggiana (2 partite in meno) 4; Maceratese (1 partita in meno) 3; Teramo, Forlì, Ancona 2.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,