Auteri: “Onore ai vinti, ma l’arbitro non ha usato buon senso”

Pubblicato il autore: Francesco Ippolito Segui
lega pro

Le dichiarazioni di Auteri al termine di Foggia-Matera 3-1 

L’allenatore del Matera Gaetano Auteri ha parlato ai microfoni dei giornalisti nella sala stampa del Pino Zaccheria, dopo la sconfitta dei lucani per 3-1 contro il Foggia.
Fare un’analisi obiettiva della gara, non è credibile perché alla fine del primo tempo perdevamo 3-0. Abbiamo commesso degli errori nell’economia di una gara che non abbiamo giocato male. Il Foggia ha dimostrato qualità“.

Continua Auteri: “Perdevamo 3-0 il primo tempo, se vi dico che non era un risultato giusto vi mettereste a ridere. Sono dispiaciuto per l’espulsione di Armellino, lì l’arbitro non ha usato il buon senso. La seconda ammonizione è al limite, non ci sta da regolamento, è un fallo di gioco. Non c’entra niente con la gara, ho dovuto chiamare io l’ammonizione di Coletti perchè era lampante e non la stava chiamando. Non è questo il motivo per cui stavamo perdendo la partita, perchè complessivamente non abbiamo fatto una brutta gara. Abbiamo corso sempre, siamo stati sempre ordinati ed abbiamo condotto la partita fino in fondo. La squadra ha mantenuto un ordine, nonostante fossimo 3-0 con un uomo in meno, ma conta poco”.

Auteri parla anche dell’organizzazione della sua squadra: “Per quello che riguarda la difesa, è chiaro che abbiamo commesso qualche errore. L’azione del secondo gol di Deli parte con un vizio di forma, forse ci poteva stare pure fallo, ma poi gli abbiamo permesso di entrare in area. Per alcuni momenti abbiamo imposto anche gioco, prima del primo gol il Foggia aveva giocato poco, imposto poco, ma anche dopo il gol. Nel secondo gol perdiamo un contrasto, buca la linea di centrocampisti Deli. Non siamo stati bravi a fermarlo. Nel secondo tempo la nostra organizzazione difensiva non ci ha fatto prendere gol, però onore ai vinti”.

Ma cosa accade al Matera, reduce da tre sconfitte consecutive? “E’ successo che stiamo commettendo qualche errore di troppo e stiamo pagando a caro prezzo. Oggi la squadra non ha fatto una partita scadente, tutte queste cose lasciano il tempo che trovano e succedono quando commetti errori. Magari l’avversario ne commette degli altri, ma noi non siamo stati bravi ad approfittarne”.

E sulla testa della classifica: “Sul campionato è tutto da giocare, per tutto. Non credo che a tredici partite dalla fine i campionati siano già decisi”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Dove vedere Padova-Alessandria Serie C, streaming e diretta tv Rai Sport?
Tags: ,