Stroppa: “Consideravo Taranto un episodio e così è stato”

Pubblicato il autore: Francesco Ippolito Segui
lega pro

Giovanni Stroppa

Mister Stroppa, dopo la vittoria del suo Foggia per 3-1 con il Matera, si è presentato ai microfoni dei giornalisti nella sala stampa dello stadio Pino Zaccheria.
Stroppa inizia scherzando ironicamente: “Non sono contento, non si può tornare a casa in questa maniera qua, non sono soddisfatto. Sto scherzando, dai. A parte gli scherzi, sapevamo che il Matera potesse affrontarci in questa maniera, con la pressione alta. Non siamo stati bravi all’inizio della partita, ma abbiamo trovato la possibilità di effettuare ripartenze. Così è stato, abbiamo creato i presupposti per poter andare in vantaggio ed anche in altre occasioni, di poterla chiudere. Abbiamo trovato anche dei gol di pregevole fattura. La partita l’abbiamo portata dalla nostra parte. Magari nel palleggio potevamo avere una qualità migliore. Secondo me abbiamo affrontato una squadra forte fisicamente, ha un’ottima condizione fisica, ha degli uomini importanti e di sicuro ha un impatto sulla partita da squadra che è sempre stata lì con noi. Se una squadra ti viene a prendere alta… Non so se posso chiamarlo contropiede, però sì, si è sviluppata così. Siamo stati fortunati, siamo stati bravi. Nel secondo tempo c’è stata la possibilità di amministrare il risultato, in tante occasioni potevamo fare gol. Mi  dispiace per il gol preso, ma non me ne frega niente stasera. In altre occasioni mi rodeva, ma stasera non me ne frega niente. Sono punti importantissimi, ieri avevo detto che sarebbe stato importante non perdere gli scontri diretti, però averla vinta in questo modo mi fa felicissimo, ma non per me, bensì per la squadra. Vado a fare i complimenti alla squadra, consideravo Taranto un episodio e così è stato. La squadra è eccezionale, se potessi dedicarla, la dedico ai ragazzi”.

Continua Stroppa parlando della vetta del campionato: “Anche se fossimo stati avanti, non sarebbe cambiato niente. Adesso andiamo a giocare ad Agrigento, l’Akragas ha vinto col Catania, il Catania ha vinto col Matera. Ci sono un sacco di risultati incrociati che ti fanno sorprendere. Parlavo di continuità, dobbiamo avere la forza di portare punti”.

E su Di Piazza: “Stasera c’erano tre giocatori fuori ruolo: Loiacono terzino sinistro, Gerbo terzino destro e Di Piazza che si è reso più utile in fase difensiva piuttosto che offensiva. Di Piazza è un giocatore di assoluto valore, ha delle doti importanti e mai come stasera potevamo servirlo a campo aperto”. Sugli altri “fuori ruolo”: “Loiacono sembra un terzino, gli manca di fare dribbling in avanti e saltare l’uomo, a volte ci stava riuscendo. Gerbo è un peccato lasciarlo fuori, sa fare tutto”.

Stroppa ha pensato anche a dei cambiamenti: “Aldilà di questa partita, c’era la possibilità, non di cambiare modulo, ma di scegliere gli uomini più pronti, perchè era una partita fisica ed ha prevalso l’idea di scegliere dei giocatori. Prima del sistema di gioco, ho scelto i giocatori più pronti, che potevano darmi  per caratteristiche la risposta migliore”.

Sull’infortunio di Rubin: “ha una sorta di lesione, ma molto leggera, infatti ha già cominciato a correre e potrà essere disponibile sabato“.

E sull’arbitraggio e sulle polemiche di Auteri: “Io credo che l’arbitro abbia arbitrato benissimo. Magari ci si attacca agli arbitri, quando invece…“.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,