Carrarese in pre-ritiro: la ricetta di Silvio Baldini per non perdere la concentrazione

Pubblicato il autore: Claudia Cella Segui


La partenza per il ritiro della Carrarese di Baldini è fissata per il 2 luglio ma il tecnico degli azzurri ha ritenuto che un più di un mese di stop per la sua squadra fosse un periodo troppo lungo: “Abbiamo deciso di far venire i ragazzi, controllare il peso e farli allenare per cinque giorni, per non arrugginirsi. Ogni mattina faranno qualcosa in modo che, quando riprenderemo, non ci sarà questo stacco così grande“. Il lavoro fisico della squadra, che al momento alloggia al Residence Italia di Luni Mare, comprende nuoto, campo e palestra, e, come sottolineato dal mister, serve soprattutto a non perdere quegli alti ritmi a cui i suoi giocatori sono abituati e a mantenere la concentrazione in vista di una stagione che dovrà essere memorabile. Sono 17 in tutto i convocati, nove dei quali sono sotto contratto anche per la prossima stagione: gli attaccanti Claudio Coralli, Francesco Tavano, che hanno rinnovato da poco, e Tommaso Biasci; i centrocampisti Daniel Agyei, Cassio Cardoselli, Giovanni Foresta e Giacomo Rosaia; i difensori Luca Ricci e Michele Murolo. Presente anche Marco Marchionni, il cui contratto è in scadenza il 30 di giugno, ma che con molta probabilità rimarrà in azzurro. A completare il gruppo Francesco e Giuseppe Miele, due giocatori della Berretti aggregati alla prima squadra, e cinque prestiti che il dg Berti tenterà di trattenere: il portiere Daniele Borra, il terzino destro Davide Vitturini, i centrocampisti Tommaso Tentoni e Kevin Piscopo e l’ala Andrea Vassallo.

  •   
  •  
  •  
  •