Play off Serie C: Siena elimina la Reggiana con un rigore inspiegabile

Pubblicato il autore: Andrea Riva Segui
VALENCIA, SPAIN - FEBRUARY 08: Official ball of the 2018 FIFA World Cup prior to the Copa de Rey semi-final second leg match between Valencia and Barcelona on February 8, 2018 in Valencia, Spain. (Photo by Manuel Queimadelos Alonso/Getty Images)

Foto Getty Images© scelta da SuperNews

Quello che è successo ieri sera all’Artemio Franchi di Siena nel match di ritorno tra i padroni di casa e la Reggiana, valido per i playoff di Serie C, ha dell’incredibile, ma andiamo con ordine.

Mercoledì scorso al Mapei Stadium di Reggio Emilia i padroni di casa si erano imposti per 2-1 facendo si che il Siena dovesse vincere assolutamente per raggiungere le semifinali, mentre agli emiliani bastava anche il pareggio.
I padroni di casa passano in vantaggio al 45 minuto del primo tempo con un gol di testa di Cristiani da azione da calcio d’angolo; ma la Reggiana nel secondo tempo non si da per vinta e proprio al 95′, quando tutto sembrava perso, Altinier, sfruttando una papera del portiere senese Pane, insacca la rete del pareggio e a quel punto della qualificazione.

A questo punto sembra tutto finito per i padroni di casa e i suoi tifosi, ma a pochi secondi dalla fine, il Siena va alla disperata ricerca del gol qualificazione e proprio all’ultima azione ecco il fattaccio: palla che si impenna in area Reggiana e contrasto tra il toscano Rondanini e il suo avversario Bobb che subisce fallo, ma l’arbitro incredibilmente non solo non lo fischia, ma da un calcio di rigore ai toscani per un fallo di mano (?) che nessuno sinceramente ha capito anche rivedendo i vari replay; dopo le tantissime proteste degli ospiti, Santini va sul dischetto e segna il gol vittoria e della qualificazione spiazzando il portiere tirando la palla alla sua sinistra.

A fine partita scene surreali con tutta la Reggiana e i suoi dirigenti a protestare per questa folle decisione arbitrale che ha sancito l’eliminazione dai play off in maniera alquanto grottesca, compresa un’invasione di alcuni tifosi ospiti che sono scesi in campo per protesta, con i giocatori emiliani che hanno cercato di placare gli animi a fatica; comunque alla fine per fortuna la squadra è andata sotto la curva ospite, ad abbracciare simbolicamente i 1500 tifosi al seguito, la scena più bella in un momento di dolore sportivo incredibile.
Da segnalare a fine partita che il presidente dei granata Mike Piazza, ha ordinato a tutti i tesserati il silenzio stampa, decisione saggia per evitare altri guai.

Questa settimana (6 e 10 giugno) sono in programma le semifinali andata e ritorno che decreteranno le due squadre finaliste che sabato 16 giugno si giocheranno la promozione per la serie B allo stadio Adriatico di Pescara per conquistare l’ultimo posto valido per la serie B 2018-2019.

Questo il quadro:

Siena-Catania

Sudtirol-Cosenza

  •   
  •  
  •  
  •