Serie C, rissa in Viterbese-Arezzo: Camilli squalificato per 5 anni

Pubblicato il autore: Andrea Riva Segui


Viterbese-Arezzo non è terminata mercoledì sera al fischio finale, perchè Luciano Camilli il vicepresidente della squadra laziale è stato squalificato per cinque anni (fino al 22 maggio 2019) e multato di 30 mila euro per l’aggressione al presidente degli aretini Giorgio La Cava, primo dell’inizio del match, vinto poi dai toscani per 2-0 con conseguente qualificazione al turno successivo dei playoff.

Questo il comunicato ufficiale della Lega: “Inibizione a svolgere ogni attività in seno alla Figc, a ricoprire cariche federali e a rappresentare la società a tutto il 22 maggio 2024 e ammenda di 30 mila euro a Luciano Camilli (Viterbese) perché, antecedentemente l’inizio della gara, in prossimità del tunnel che conduce agli spogliatoi, aggrediva prima spingendolo alle spalle e poi con calci alle gambe, il presidente dell’Arezzo Giorgio La Cava.  Successivamente, raggiunta l’estremità opposta del tunnel, aggrediva nuovamente La Cava colpendolo con estrema violenza con un pugno al capo“.

Leggi anche:  Dove vedere Mantova-Triestina Serie C, streaming e diretta tv Sky Sport?

Per dovere di cronaca va detto che La Cava appena aggredito da Camilli, cadeva a terra accusando forti dolori per poi essere medicato dai sanitari in servizio presso lo stadio (avvisati dal delegato della Lega) e successivamente trasportato al pronto soccorso dell’ospedale di Viterbo per ulteriori controlli, venendo dimesso in tarda notte.
I guai per Camilli non finiscono con la squalifica sportiva, perchè ora il presidente dell’Arezzo ha dichiarato di passare per le vie legali.
Queste le parole rilasciate dal numero uno amaranto: “Mi hanno preso di mira dopo essere andato a salutare i nostri tifosi e al rientro nel tunnel degli spogliatoi sono stato colpito alle spalle da Luciano Camilli“.

La Viterbese non ci sta e respingerà ogni tipo di accusa ed è pronta a fare il ricorso contro questa sentenza con il presidente Piero Camilli (padre di Luciano), convinto di aver ricevuto uno sgarbo dalla Lega, pronto a lasciare la società se l’inibizione al figlio fosse confermata.

Leggi anche:  Dove vedere Catania-Foggia Serie C, streaming gratis e diretta tv in chiaro Antenna Sud?

  •   
  •  
  •  
  •