Serie C, il Catania in crisi economica da l’ultimatum ai giocatori: “Trovatevi un’altra squadra”

Pubblicato il autore: Andrea Riva Segui

Per il Calcio Catania questo fine 2019 non è dei più rosei visto che oltre al deludente settimo posto in classifica con solamente 28 punti frutto di otto vittorie, quattro pareggi e sette sconfitte, c’è da combattere una crisi economica che mette in dubbio addirittura la seconda parte di stagione. Infatti la società rossazzurra per far quadrare i conti e non fallire ha dovuto spedire una lettera a dieci dei suoi giocatori che li invita a trovarsi un’altra squadra, mentre il resto della rosa è stata invitata a ripensare ai contratti e agli ingaggi. I dieci calciatori a cui è stata recapitata la missiva dovrebbero essere stati: Mbende, Saporetti, Marchese, i centrocampisti Fornito, Lodi, Welbeck, le punte Di Piazza, Biagianti, Curiale, Barisic; l’uso del condizionale è d’obbligo perchè nessuno ha confermato la lista.

Questo il testo della lettera: “Cari ragazzi, nel rinnovare a voi e alle vostre famiglie gli auguri di un Buon Natale e di un Felice Anno Nuovo, con la riapertura delle liste di trasferimento abbiamo il dovere di esporvi con chiarezza il quadro economico della ns. Società. Il Calcio Catania Spa per la ben nota situazione debitoria non potrà far fronte agli adempimenti economici così come attualmente in essere. La vita del Catania è primaria ad ogni cosa così che ci sembra giusto che troviate una squadra che vi garantisca di poter avere soddisfatte le vostre esigenze tecniche ed economiche. Nessuna pretesa sarà da noi avanzata alle eventuali squadre che si faranno avanti. Certi della vs. comprensione vi salutiamo cordialmente. Calcio Catania Spa”.

Dunque da come si evince la condizione del club etneo è tutt’altra che positiva e i tifosi ovviamente oltre ad essere arrabbiati e delusi da ciò sono molto preoccupati per il futuro che vede la loro squadra del cuore a rischio fallimento come già successo nell’estate del 1993 quando il Catania venne escluso dal campionato di Serie C per inadempienze con la Co.Vi.So.C. dove poi ripartì dal campionato di Eccellenza, senza poi contare l’illecito sportivo che declassò i siciliani all’ultimo posto del campionato cadetto, facendo ripartire la squadra dalla Serie C con nove punti di penalizzazione, terza serie dalla quale i rossazzurri sono rimasti impantanati da allora.

Ora l’obiettivo del club per gennaio è quello di vendere i giocatori con contratti più onerosi e che hanno deluso le aspettative in questa prima parte di torneo e puntare su elementi più giovani a costi ed ingaggi minori e soprattutto che hanno fame di mettersi in mostra.
Ricordiamo che il campionato di Serie C osserverà ora due domeniche di riposo e si tornerà in campo domenica 12 gennaio, quando il Catania di mister Cristiano Lucarelli sarà impegnato sul campo della Virtus Francavilla, senza dimenticare l’importante semifinale di Coppa Italia (andata 29/01 in trasferta e ritorno 13/02 al Cibali) contro la Ternana, ma a questo punto non si sa con quali e quanti giocatori.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: