Calcio, Serie C: le squadre migliori nell’era dei tre punti

Pubblicato il autore: Andrea Riva Segui

In questo momento di stop di tutti i campionati per l’emergenza Coronavirus, andiamo a vedere quali sono le squadre migliori dell’era dei tre punti, ovvero dalla stagione 1994-95 ad oggi, facendo ovviamente distinzione tra campionati a 18 squadre e quelli a 20.

Serie C, tornei a 18 a squadre

Per quanto riguarda i tornei a 18 squadre con 34 giornate disputate, la migliore di tutti è stato il Bologna di mister Renzo Ulivieri che proprio nella prima stagione (1994-95) con i tre punti per vittoria fece un cammino straordinario ottenendo la bellezza di 81 punti, distaccando la seconda classificata di 21 punti, ovvero la Pistoiese che chiuse a 59. Un cammino incredibile frutto di 24 vittorie, nove pareggi e un solo ko sul campo del Prato per 1-0 l’11 dicembre 1994, 59 reti segnate e solo 17 quelle subite.
In quella squadra oltre al capitano Marco De Marchi, erano in rosa giocatori molto forti per la categoria come Cristiano Doni, Giorgio Bresciani, Francesco Palmieri e Luca Cecconi che si laureò capocannoniere della squadra con 14 gol; in un campionato a 18 squadre questo record degli 85 punti non è stato ancora mai battuto.

A seguire la formazione che più si è avvicinata al Bologna, è stato il Modena del tecnico Gianni De Biasi che nella stagione 2000-01 ottenne 74 punti terminando solamente con due punti di vantaggio sul Como (72 punti), lariani poi promossa tramite i playoff.
La squadra gialloblu ottenne 22 successi, sei pareggi e 4 ko; la promozione nella serie cadetta arrivò proprio all’ultima giornata quando al Braglia il Lecco venne sconfitto per 2-0; 52 gol fatti e 20 al passivo il ruolino finale con tanti giocatori bravi in zona gol, basti pensare che il miglior marcatore è stato il centrocampista Vito Grieco con solo 8 centri. Da ricordare anche la vittoria in Supercoppa di Serie C grazie al doppio successo sul Palermo (doppia vittoria 0-2 in trasferta e 3-0 in casa).

La terza squadra sul podio è stata il Livorno guidato da Osvaldo Iaconi che nel torneo 2001-02 vinse il girone davanti allo Spezia (70 punti) con 73 punti dopo un testa testa molto emozionante. Una sola sconfitta subita (il 7 aprile in casa proprio contro lo Spezia per 1-0 ) a fronte di 20 vittorie e 13 pareggi con 62 gol fatti e 21 subite. La Serie B fu festeggiata all’ultima giornata grazie alla vittoria interna per 3-0 contro l’Alzano Virescit, e il grande mattatore di quel campionato fu senza dubbio Igor Protti che chiuse con 27 reti in 31 presenze, rendendosi dunque grande protagonista.

Queste tre formazioni hanno in comune che dopo la promozione conquistata nella serie cadetta, l’anno successivo ottennero il doppio salto di categoria arrivando in un solo colpo alla Serie A.

Serie C, torneo a 20 squadre

Per i campionati a 20 squadre la migliore è stata il Foggia dell’allenatore Giovanni Stroppa che nella stagione 2016-17 conquistò la bellezza di 85 punti, terminando a +11 sul Lecce. Ben 25 le vittorie con 10 pareggi e 3 sconfitte con 70 reti all’attivo e 29 al passivo e oltre alla promozione giunse anche la vittoria in Supercoppa sconfiggendo Cremonese (in casa per 3-1) e Venezia (4-2 in laguna). Grande protagonista fu l’attaccante Fabio Mazzeo autore di 21 reti (+ 4 in Supercoppa), laureandosi capocannoniere del girone meridionale. Giornata memorabile per i satanelli fu quella del 19 marzo quando allo stadio Zaccheria il Lecce venne abbattuto per 3-0.

Altra formazione capace di fare una grande stagione è stata il Venezia sempre nel 2016-17 con i suoi 80 punti conquistati sotto la guida di Filippo Inzaghi grazie a 23 vittorie, 11 pareggi e 4 ko. Primo posto quasi sempre in ghiaccio con 10 punti di vantaggio sul Parma secondo (70 punti), grazie ai 56 gol fatti e 29 subiti. Lo spagnolo con passaporto svizzero Alexandre Geijo e Stefano Moreo migliori marcatori con dieci realizzazioni. L’unico brutto scivolone c’è stato nel derby contro il Padova quando alla 15.a giornata i patavini vinsero al Penzo per 3-1, vendicata però nel girone di ritorno con la vittoria per 1-0 all’Euganeo.

Non c’è due senza tre perchè la terza squadra sul podio nei tornei a 20 squadre è sempre della stagiona 2016-16 con la Cremonese di mister Attilio Tesser che con i suoi 78 punti (24 successi, 6 pareggi e 8 sconfitte con 68 gol fatti e 40 subiti) riuscì a conquistare il primo posto grazie ad un incredibile recupero sull’Alessandria, anche lei con 78 punti ma sotto per gli scontri diretti (1-1 al Moccagatta e 1-0 allo Zini). Nell’ultima giornata i grigiorossi vinsero solamente nel finale per 3-2 contro la già retrocessa Racing Roma con gol decisivo al minuto 87 di Scarsella che evitò la beffa dei playoff visto che i piemontesi vinsero la loro gara in casa per 2-1 contro il Pontedera. Miglior marcatore dei lombardi fu Andrea Brighenti con 18 reti tutti realizzati nelle prime 31 giornate, salvo avere un calo finale nelle ultime sette gare.

Tra le squadre di questa stagione ricordiamo che il Monza di Christian Brocchi e il Vicenza di Mimmo di Carlo avevano ottenuto rispettivamente 61 punti in 27 giornate, mentre la Reggina di Domenico Toscano addirittura 69, ma in 30 turni, e qualora il campionato dovesse tornare a disputarsi, avranno sicuramente tutte e tre molte possibilità di entrare nel novero delle prime tre formazioni migliori della Serie C nell’era dei tre punti.

  •   
  •  
  •  
  •