Mercato Inter, Song altro nome per il centrocampo

Pubblicato il autore: Dario Poiese Segui

alex song ipotesi inter

Roma – Nonostante il diktat di Mazzarri che vuole solo Bahrami continuano ad inseguirsi le voci attorno a possibili nuovi innesti nel centrocampo nerazzurro. Le ultimissime danno Alex Song sul taccuino dell’Inter per ovviare ai mancati arrivi dello svizzero, di M’Vila e di Mbia. Il giocatore è sotto contratto col Barcellona, squadra con cui per la verità non ha confermato le grandi potenzialità mostrate all’Arsenal.

Ausilio a Barcellona per chiedere informazioni su Song

Che la trattativa non sia solo una suggestione di mercato è testimoniato dai contatti che il ds Ausilio sta intrattenendo con l’entourage di Song, ormai scaricato dai blaugrana e in odore di cessione. La valutazione del centrale di centrocampo (si adatta facilmente anche al ruolo di difensore) si aggira sui 18 milioni di euro. Per questo l’Inter sta valutando l’ipotesi prestito con diritto di riscatto, strada difficilmente percorribile visto che il Barcellona ha intenzione di cederlo a titolo definitivo.

Resta viva la pista M’Vila ma c’è da convincere Taider

Lo scambio tra Saphir Taider e Yann M’Vila è attualmente congelato per via del rifiuto del centrocampista nerazzurro a vestire la maglia del Rubin Kazan. La dirigenza cercherà di convincere l’ex Bologna ad accettare la destinazione russa ma, ad oggi, ci sono poche possibilità. Difficile capire se l’interesse per Song sia da considerare alternativo a M’Vila o se entrambi i giocatori potranno arrivare alla Pinetina in estate.

Un mercato che stenta per via del rinnovo d Mazzarri

Il calciomercato di Serie A non decolla anche per via del Mondiale. Non fa eccezione l’Inter che, comunque, è alle prese con un altro nodo fondamentale ossia il rinnovo del contratto di Walter Mazzarri. Da quanto trapela, il presidente Thohir vorrebbe far slittare le trattative a dopo il girone di Europa League, anche per fare un primo bilancio sulla gestione del tecnico livornese. Gli screzi sul mercato e le divergenze con la società non inducono all’ottimismo…

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: