500parole: Milan-Lapadula, ecco lo zampino del diavolo

Pubblicato il autore: Luca Bonaccorso Segui

Lapa

Eccolo qua il Milan: finalmente anche i rossoneri mettono a segno un colpo di mercato. E che colpo: Gianluca Lapadula, 30 gol l’anno scorso, è uno dei talenti più limpidi del nostro calcio.
Con Bacca formerebbe (usiamo il condizionale perché arriva sempre qualche rumors di mercato per il colombiano) una coppia d’attacco molto interessante: ma chi sarà a schierarla?
Al di là dell’acquisto di Lapadula infatti regna l’incertezza in casa Milan: non si sa se Berlusconi venderà, non si sa come verrà impostato il mercato senza Europa e soprattutto non si sa chi sarà l’allenatore ( Silvio vorrebbe Brocchi, Galliani invece Giampaolo e i cinesi nomi grossi come Pellegrini). Il tempo stringe: è ora di riiniziare a darsi da fare.
Stringe il tempo anche per Antonio Conte e la nostra Nazionale: lunedì arriva la Spagna.
Il match con l’Irlanda ha messo in luce un pò di cose: non si può prescindere da Candrevs, De Rossi, Parolo e Giaccherini in mezzo, De Sciglio-Darmian sarà l’unico ballottaggio, Zaza e Immobile sono meglio a gara in corso, Insigne va sfruttato maggiormente. Detto ciò, la sconfitta di mercoledì non ridimensiona le nostre ambizioni, anzi: l’Italia è una squadra che ha difficoltà a fare gioco e preferisce attendere e ripartire, esattamente come accadrà con gli spagnoli, maggiormente propensi ad impostare il gioco.
Tra l’altro anche loro non se la passano benissimo: tenuta fisica imbarazzante nel secondo tempo con la Croazia (tre gare e tre formazioni identiche per Del Bosque) , Ramos che leva il rigore decisivo a Iniesta e lo sbaglia, il tutto unito alla paura che hanno di affrontarci, come più volte manifestato da loro stessi, perché ci conoscono e sanno che nelle difficoltà tiriamo fuori il meglio di noi.
Uno di quelli che ci conosce molto bene è Alvaro Morata, ufficialmente tornato al Real Madrid: su di lui pare essersi scatenata un’asta tra l’Arsenal e il Chelsea di Conte: quest’ultimo vorrebbe convincere pure Bonucci a seguirlo e non molla Naingollan (lui stesso ha detto che le società stanno discutendo). L’addio del Ninja distruggerebbe ancor di più i tifosi della Roma, che tra l’altro sta per cedere Iago e Ljaic al Toro: i due prenderanno il posto di Immobile, non riscattato dal Siviglia, su cui si sta fiondando il Napoli (anche se ADL non ne vuole sapere di spendere 11mln). Rifiutati intanto 25 milioni dallo Stoke per Gabbiadini.
In casa Inter Ansaldi è ormai fatta e va a rinforzare uno dei punti deboli della passata stagione, quali le corsie esterne di difesa: per il resto si attendono offerte per Murillo e Handanovic (scambio con Sirigu?) e si monitora sempre la situazione Candreva per il centrocampo: il giocatore ha dato il suo consenso alla trattativa, ma convincere Lotito sappiamo che non è facile.
La Juve cerca il sostituto di Morata: piace Sanchez, ma ancora non sono stati fatti passi in avanti. Berardi intanto rimane ufficialmente al Sassuolo.
Chiusura dedicata a due rinnovi particolari: il primo è quello di Jamie Vardy, 4 anni di contratto per lui e gran rifiuto ai soldi dell’Arsenal. Il secondo è quello di Cristiano Ronaldo: 4 anni di contratto pure per lui, ad appena 21 milioni l’anno.
I soldi non fanno mica la felicità…


  •   
  •  
  •  
  •