Milan: ipotesi staffetta Bacca-Ibra con Emery al PSG!

Pubblicato il autore: Andrea Bellini Segui

milan

Stiamo entrando ufficialmente nel vivo del calciomercato estivo, e molte sono le voci, spesso semplici suggestioni, che si rincorrono in questi giorni, facendo sognare i tifosi dell’una e dell’altra squadra. In tutto questo, però, emerge una situazione particolare, quasi anomala: stiamo parlando del Milan. I rossoneri, infatti, sono bloccati dalla situazione societaria: se prima non verrà sciolto il nodo della cessione o meno al gruppo di investitori cinese, infatti, le altre operazioni, partendo dalla questione allenatore e arrivando fino al mercato giocatori, rimangono sostanzialmente bloccate, almeno ufficialmente. Appunto, bloccate solo ufficialmente; infatti, anche stando a quanto si apprende negli ultimi giorni, la situazione di stallo in seno alla società non vieta colloqui “informali” con le varie parti interessate, che siano possibili allenatori (vedi la situazione Pellegrini) o entourage di giocatori che potrebbero vestire la maglia rossonera, che si tratti di Milan “italiano” o “cinese”. Le voci di mercato, quindi, non si placano mai: definita, o quasi, la situazione cessioni, con i vari mancati rinnovi di contratto e, nel caso specifico di Balotelli, di prestiti, si passa ora alla parte che più interessa ai tifosi, ovvero il mercato in entrata. Se il passaggio di società non dovesse avvenire, le ipotesi che più si sono rincorse in queste settimane portano ai vari Padelli, Pavoletti, fino ad arrivare, nelle ultime ore, a Marchetti, Astori e Saponara; nomi che non possono infiammare l’animo dei tifosi, abituati a giocatori ben più quotati. Inoltre, acquistare tali giocatori significherebbe un ridimensionamento definitivo del Milan, scenario assolutamente da evitare. Ecco, allora, che ad accendere le fantasie dei tifosi ci pensano voci sui possibili arrivi di quello che sarebbe il “nuovo Milan”, il Milan cinese.

Leggi anche:  L'Inter mette sotto contratto anche il cugino del turco?

Clamorosa ipotesi per il Milan: Bacca al PSG porta Ibra ai rossoneri!

“Ma come, ancora Ibra?” penseranno molti di voi leggendo il titolo. Esatto, ancora Ibrahimovic, perché mai come in queste ore viene riproposto il nome dello svedese in chiave Milan. Svincolatosi dal PSG, infatti, sembrava destinato a seguire Mourinho al Manchester United, e questa rimane, a rigor di logica, l’ipotesi più probabile. Ma, per fortuna nostra, il calcio non è una scienza esatta, e ciò che un giorno viene dato per certo, il giorno dopo può rivelarsi errato; se poi applichiamo tutto questo ad Ibra, maestro dei colpi di scena, l’incertezza diventa un dato di fatto. A dimostrazione di ciò basti vedere il tanto acclamato “annuncio in diretta” del suo futuro che doveva avvenire via social martedì 7 giugno, rivelatosi, invece, l’ennesimo colpo da maestro dell’asso svedese. Tornando al Milan: appreso dell’approdo, quello sì ormai certo, di Unai Emery sulla panchina del PSG, si torna a parlare del futuro di Carlos Bacca, legato visceralmente al suo ex tecnico, ai tempi del Siviglia. I due, infatti, potrebbero ricongiungersi in quel di Parigi. Ed è qui che entra in gioco Ibrahimovic, per cui si tornerebbe a parlare prepotentemente di un suo ritorno ai rossoneri. Presupposto fondamentale, manco a dirlo, sarebbe la conclusione a buon fine per la cessione della società agli investitori asiatici: in questo caso, infatti, al di là delle questioni economiche, entrerebbero in gioco anche garanzie tecniche non indifferenti; detto in parole povere, verrebbe intrapreso con forza il progetto di rilancio del Milan, e lo svedese costituirebbe il simbolo della rinascita dei rossoneri. Non ci resta, quindi, che aspettare l’esito della trattativa per la cessione della società: sia esso positivo, come molti sperano, o negativo, solo allora potremmo avere qualche certezza in più su come si presenterà il Milan ai nastri di partenza della stagione 2016/2017.

  •   
  •  
  •  
  •