Joao Mario Inter: i nerazzurri provano il blitz, ecco tutti i dettagli

Pubblicato il autore: Nunzio Corrasco Segui

Joao Mario Inter

Joao Mario Inter, un matrimonio che potrebbe celebrarsi nelle prossime ore. Dopo la conferenza stampa di ieri, con un Roberto Mancini visibilmente contrariato, la nuova proprietà cinese ha deciso di passare dalle parole ai fatti, cercando di concludere l’operazione che dovrebbe portare Joao Mario nella Milano nerazzurra.

Il centrocampista portoghese, protagonista di un grandissimo Europeo disputato con la maglia del Portogallo, rappresenta il primo obiettivo da centrare per la società di Corso Vittorio Emanuele e in questo senso si stanno studiando tutte le strade percorribili per portare il calciatore dello Sporting Lisbona a giocare a San Siro.

Dunque appare chiara la volontà dell’Inter di concludere al più presto l’operazione ed in tal senso, secondo quanto riportato da “La Gazzetta dello Sport”, ci sarebbe in atto un vero e proprio blitz condotto dai due intermediari Pini Zahavi e Kia Joorabchian. I due agenti si troverebbero a Lisbona e starebbero cercando di convincere la dirigenza lusitana ad accettare un’offerta di 35 milioni più 5 di bonus. Va sottolineato come la società che realizzerebbe questo investimento non sarebbe l’Inter, bensì il Jiangsu: il club cinese poi girerebbe il calciatore portoghese in prestito alla squadra allenata da Roberto Mancini.
Si tratta però di una corsa contro il tempo. In Cina infatti il mercato si conclude alle sei di domani pomeriggio (ora italiana) e dunque il tempo a disposizione dell’Inter  per ottenere il prestito di Joao Mario è poco.L’Inter dunque sta provando a concludere l’operazione Joao Mario con tutte le proprie forze ed è determinata a regalare il calciatore portoghese a Mancini, nel tentativo di placare i malumori del tecnico di Jesi.
L’ex allenatore del Manchester City infatti, era sembrato indispettito nel corso della conferenza tenuta a Riscone di Brunico, sottolineando come il mercato fosse un argomento di competenza della società. Ecco le parole del tecnico nerazzurro riportate da “Il Corriere dello Sport”:
Mancini, qual è il primo bilancio del ritiro?
“Finora hanno lavorato tutti bene e hanno messo grande impegno. Sul campo è andato tutto bene”.Qual è il suo stato d’animo? C’è stato o c’è del malessere da parte sua?
“Amo il mio lavoro e cerco di farlo sempre al massimo, fin dal primo giorno. Il resto non è importante. L’unico lavoro è che ho dovuto togliere un po’ di liquido dal ginocchio”.Come sta vivendo la situazione di Icardi?
“Si sta impegnando molto e le altre cose non riguardano me”.

Si sente coinvolto nel mercato?
“Io faccio l’allenatore e alleno i giocatori che sono qua. Aspetto i nazionali con i quali ci ritroveremo il primo di agosto. Il mio lavoro è questo”.Ha parlato con i nuovi proprietari? Pensa a un eventuale passo indietro da parte sua?
“Sì ci ho parlato 2 settimane fa e basta. Se sono qui è perché voglio continuare”.La Juventus è la favorita assoluta per lo scudetto? L’Inter può insidiarla?
“La Juventus si è rinforzata nonostante la perdita di Morata che è un giocatore importante. E’ favorita, ma nel campionato italiano tutto può accadere”

Cosa pensa di Joao Mario e Gabriel Jesus, due giocatori spesso accostati all’Inter?
“Gabriel Jesus è giovane ed è un elemento di grande prospettiva. Se manterrà le qualità, diventerà un grande attaccante. Joao Mario è un giocatore tipo Brozovic che può giocare anche sulle corsie anche se non ha le caratteristiche dell’esterno. Sono entrambi bravi. Nel campionato italiano, però, hanno faticato Platini e Van Basten e bisogna dare tempo di farli inserire”.

Mancini dunque sembra volere per la sua Inter calciatori “pronti” e Joao Mario potrebbe sicuramente rappresentare il profilo giusto.

  •   
  •  
  •  
  •