La Coppa d’Africa condizionerà l’andamento del mercato e del campionato

Pubblicato il autore: marco.stiletti
Papu-GomezUna buona regola degli operatori di mercato è che gli affari non si fanno a gennaio o a luglio. Quelli sono i mesi dedicati alle firme, ovvero alla chiusura delle trattative. Che invece fioriscono e si rinvigoriscono parecchio prima: in queste settimane tanto per restare in tema e fare riferimento alla prossima sessione invernale di compravendite. Sarà un mercato fortemente condizionato dalla Coppa D’Africa, che dalla sosta natalizia porterà via per un mese gli elementi più rappresentativi  del continente nero.
Il Napoli avrà il problema di sostituire Ghoulam e Koulibaly, problema relativo perchè si affiderà alle soluzioni di Strinic sull’out sinistro e uno tra Maksimovic, Chiriches e forse Tonelli sono alternative a portata di mano per il club azzurro che andrà forte su un centravanti. La Juventus naturalmente non resterà a guardare. Perderà Asamoah, Benatia e Lemina e a centrocampo è alle prese con il rebus Marchisio: è rientrato dopo il lungo infortunio ma non in condizioni ottimali. Cinque i nomi sul taccuino di Marotta e tra di questi sono stati in passato seguiti dal Napoli: Witsel innanzitutto, sfumato in estate per un dettaglio, ma con lo Zenit c’è accordo su tutto. Poi il francese Tolisso, che non se la sentì di lasciare il Lione per arrivare alla corte di Sarri. Il terzo nome è quello di Kessiè, il giovane fenomeno dell’Atalanta che in parola sarebbe stato promesso mesi fa a De Laurentiis in virtù dei rapporti di ottimo vicinato con Percassi. Il giocatore avrebbe però fatto intendere di preferire la Juve. Tra i big scontenti del Manchester United, salgono le quotazioni di Schneiderlin, resta invece complicata la strada che conduce a Matuidi del Psg. E occhio alla tentazione Goretzka, centrocampista dello Schalke 04 valutato 15 milioni: già tre anni sembrava imminente il suo trasferimento a Torino.
E’ messa male la Roma, che farà a meno del suo trascinatore, quel Salah che ha letteralmente accompagnato i giallorossi fino alla seconda posizione. A Trigoria avevano puntato forte sul “PapuGomez, tanto da ritenere quasi conclusa la trattativa. Ma l’exploit di Gasperini ha di fatto congelato l’affare, a Bergamo sognano l’Europa e allora il club è uscito allo scoperto due giorni fa: a gennaio Gomez resta con noi al cento per cento. Tra l’altro l’Atalanta dovrà privarsi sia di Kessiè che di Dramè.
Lazio orfana del suo leader d’attacco Keita Balde: Lotito ha fatto un pensierino a Gabbiadini e non molla la pista Cerci, giocatore inseguito però anche dal Bologna. L’Inter ha messo nel mirino uno tra Verre e Darmian per sostuire Gnoukouri, Badu lascerà l’Udinese, così come Acquah il Torino che ha preso il giusto ritmo. Il Sassuolo dovrà fare i conti con il forfeit del suo giocatore più prolifico, quel Duncan che il Napoli corteggia dallo scorso anno: in Emilia stanno monitorando attentamente Abel Hernandez dell’Hull City ma bisogna vincere la concorrenza della Fiorentina.
  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  L'Inter riscatta il centrocampista: ecco il prezzo