Milan-Strinic a giugno, Rodriguez bocciato? Tutti i terzini rossoneri dal post Maldini

Pubblicato il autore: Stefano Cabrini Segui


Stando alle ultime, l’ex Napoli Ivan Strinic arriverà a Milanello a parametro zero in estate dalla Sampdoria. Un colpo “alla Galliani” degli ultimi anni, un po’ in controtendenza con il ricco mercato cinese della scorsa estate, ma siamo sicuri che il croato sarà all’altezza e servirà davvero o sarà solo un’alternativa a Ricardo Rodríguez?
Proprio lo svizzero arrivato dal Wolfsburg nel primo e vero mercato cinese, quello condotto da Mirabelli, quello delle “cose formali” dopo un buon inizio (suo il gol inaugurale in partite ufficiali in Europa League) passa a prestazioni senza infamia né lode e dopo l’ingenuo fallo da rigore all’ultimo minuto nel derby si è progressivamente spento e caduto nell’anonimato. Fermo ai box per una colica renale, nelle ultime partite è stato rimpiazzato da Calabria, Antonelli e il jolly Borini.

Il terzino sinistro, o esterno basso chiamatelo come volete: dai tempi di Paolo Maldini non se ne vede uno all’altezza o almeno parzialmente vicino.
L’unico dalle buone prestazioni seppur con caratteristiche differenti dal Capitano è stato il brasiliano Serginho. Arrivato con Zaccheroni con la sua velocità e le sue sgroppate ha spesso giocato esterno alto, per la felicità dei brevi interregni nel 2001 del Cesarone nazionale (prestazione da premio Oscar nel derby vinto 6-0) e dell’imperatore turco Terim.Ancelotti lo utilizzava anche trequartista nel suo albero di Natale, un ottimo dodicesimo uomo anche a partita in corso perché come terzino sinistro giocava il georgiano Kaladze, con Maldini vicino al ritiro spostato al centro con Nesta. L’ex Dinamo Kiev arrivato nel 2001 è stato un buon calciatore, un tuttofare in grado di giocare anche centrale di difesa e di centrocampo ma spesso frenato dagli infortuni dava l’idea di non essere un vero terzino a tutti gli effetti.
Jankulowsky, titolare anche in finale di Champions ha fatto il suo compitino, fino a spegnersi con l’arrivo di Leonardo ed Allegri che preferivano il più veloce ma adattato Luca Antonini, destro di piede finito poi al Genoa.

Leggi anche:  Milan, Pioli: "Una partita difficile. Ci aspettano tante gare, bisogna stringere i denti"

Mattia De Sciglio ribattezzato più volte il “nuovo Maldini” anche per ragioni caratteriali non è mai stato all’altezza. Cresciuto nel settore giovanile del Milan, anche lui destro di piede, ragazzo timido e riservato ha subito spesso i fischi dei tifosi fino alla rottura della scorsa estate ed il conseguente passaggio alla Juventus.
Con Allegri e Seedorf in alternativa all’ex canterano rossonero giocava Kevin Constant: prestazioni sottono, insufficienze gravi in pagella e fischi hanno fatto fare le valigie ad un altro giocatore che si è adattato al ruolo (nel Chievo ed in Francia giocava anche trequartista).
Tornando ai giorni nostri con Inzaghi, Mihalovic e Montella si sono alternati De Sciglio appunto e Luca Antonelli che nonostante la grande professionalità è stato fermo molte volte per infortunio e probabilmente a giugno preparerà anche lui i bagagli, richiesto da alcune squadre di serie A.
Per rimpiazzare Rodríguez come anticipato hanno anche giocato Calabria che dopo buone prestazioni da terzino destro si è fatto ingenuamente espellere domenica contro l’Udinese e Fabio Borini che acquistato come attaccante. L’ex Sunderland applaudito più volte per il sacrificio, corsa e la sua duttilità tattica non può certo ricoprire questo ruolo, ma in caso di forfait dello svizzero non ci sono molte alternative attualmente ad est su quella fascia dove nasce il sole e dove per vent’anni eravamo abituati a vedere un certo Paolo Maldini

Leggi anche:  Striscione tifosi Fiorentina sotto la Fiesole: "Ora basta! Avete rotto, rispetto per la maglia" (FOTO)

Strinic, 31 anni a luglio sarà il prossimo e probabilmente il primo per il quale si passerà alle cose formali, ma se l’ex capitanoè irraggiungibile come presenze, trofei, forza e qualità, a chi assomiglierà tra tutti gli “eredi” maldiniani?

  •   
  •  
  •  
  •