Inter, scambio definitivo Cancelo-Kondogbia. I nerazzurri provano a convincere il Valencia

Pubblicato il autore: Angelo Mandarano Segui

Foto Getty Images © selezionata da SuperNews

L’Inter, pur essendo ancora in lotta insieme a Roma e Lazio per il terzo/quarto posto, inizia a porre le basi per la prossima stagione. I nodi da sciogliere sono principalmente i riscatti di Rafinha e di Joao Cancelo: sul portoghese, la volontà della società è chiara, ovvero quella di riscattarlo entro fine maggio. Col Valencia, come è stato ribadito precedentemente (leggi qui), si sta lavorando alacremente per risolvere la situazione legata ai rispettivi riscatti dei due giocatori.

La proposta del Valencia

Come riporta il Corriere dello Sport, il Valencia vorrebbe venire incontro alla società nerazzurra (alle prese con le restrizioni dovute al rispetto dei parametri imposti dalla Uefa) e accettare la proposta di prolungamento del prestito con pagamento posticipato al 2019, ma ad una condizione: l’eliminazione della percentuale che spetterebbe alla società nerazzurra in caso di futura rivendita di Geoffrey Kondogbia. L’ex centrocampista di Inter, Siviglia e Monaco, va ricordato, dovrà essere riscattato a fine maggio per 25 milioni di euro; con la sua (eventuale) futura rivendita, alla società nerazzurra spetterebbe il 25% di quanto incasserebbe il Valencia. Un modo, questo, per coprire i costi del riscatto di Cancelo.

Nuovi possibili scenari per i nerazzurri

Per l’Inter si aprirebbero due scenari: qualora si aprisse ed andasse in porto la nuova trattativa per i riscatti di Cancelo e Kondogbia, la società nerazzurra si vedrebbe posticipare il pagamento alla prossima stagione e avrebbe campo libero per poter riscattare un’altra preziosa pedina, ovvero Rafinha Alcantara. Nel caso i nerazzurri non accettassero la proposta del Valencia, invece, la permanenza del terzino portoghese sarebbe a rischio, perché anche in caso di qualificazione alla prossima Champions League i ricavi potrebbero non essere sufficienti per riscattare sia Cancelo che Rafinha e servirebbe un sacrificio per tenerli entrambi.

La Champions come base

Condizione basilare per le prossime mosse nerazzurre, è bene ricordarlo, è la qualificazione alla prossima Champions League: senza i ricavi, infatti, la campagna acquisti verrà fortemente ridimensionata (e probabilmente si limiterà ai parametri zero De Vrij ed Asamoah, oltre all’acquisto di Martinez) e lo stesso terzino portoghese potrebbe spingere per fare ritorno alla base, forte dell’interesse delle big europee.

  •   
  •  
  •  
  •