Mercato Milan: Dzeko, Belotti o Muriel, comincia il casting per l’acquisto di un bomber

Pubblicato il autore: Luciano Nervo Segui
TURIN, ITALY - DECEMBER 16: Andrea Belotti of Torino FC in action during the Serie A match between Torino FC and SSC Napoli at Stadio Olimpico di Torino on December 16, 2017 in Turin, Italy. (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

Andrea Belotti – Foto Getty Images © scelta da SuperNews

Quello che abbiamo visto in quest’annata milanista è chiaro, ed è supportato dai numeri: la davanti manca qualcuno che sappia mantenere una media gola da Milan. Il capocannoniere è infatti un centrocampista, Bonaventura, con 7 gol segnati, anche se a pari reti segnate c’è la giovane punta Cutrone. Se infatti Patrick è stata la rivelazione dei rossoneri già a 19 anni, gli investimenti sul reparto offensivo sono stati quasi sprecati: Kalinic, arrivato in prestito dalla Fiorentina ha ripagato con 5 gol, e Andre Silva, il protetto di Ronaldo, arrivato per 40 milioni di euro, in Serie A ha trovato la rete solo 2 volte.

Non c’è dubbio: serve il bomber della situazione. Cutrone quasi sicuramente rimarrà tra le fila di Gattuso, è ancora giovane e tanto margine di miglioramento, Kalinic e Andrè Silva invece è possibile che lascino il posto ad altre scommesse: il primo non verrà riscattato, il secondo o girato in prestito o venduto definitivamente a qualche compagine inglese da media-bassa classifica, tra le quali si sono interessate Wolverhampton e Watford.

Leggi anche:  Europa League 2020/21, le probabili formazioni della quarta giornata e statistiche

Ma a chi faranno spazio? Uno dei nomi è sempre quello, il gallo Belotti, che con questa stagione sotto tono ha perso in valutazione monetaria e che rimane un pupillo di Ringhio. Gli altri sarebbero: Muriel, buona stagione a Siviglia nel periodo sotto Montella e che grazie a Sampdoria, Lecce e Udinese conosce molto bene il nostro tipo di calcio, Dzeko, obbiettivo però difficile sopratutto visto il finale che sta vivendo con la Roma, che quasi sicuramente avrà cementato il loro rapporto, e infine Morata, non felice a Londra, e in generale in Inghilterra, già cercato l’estate scorsa, ma che è già in contatto con i tanto amati juventini.

  •   
  •  
  •  
  •