Napoli, Sarri via da Napoli? Il calciomercato frena le due parti

Pubblicato il autore: Giovanni Esposito Segui
during the TIM Cup match between SSC Napoli and Udinese Calcio at Stadio San Paolo on December 19, 2017 in Naples, Italy.

Foto originale Getty Images © scelta da SuperNews

Dopo il secondo posto conquistato dal Napoli Sarri e De Laurentis parleranno in vista della prossima stagione: le richieste economiche non sono un problema, il calciomercato frena le due parti.

Sarri via da Napoli? La stagione sta volgendo al termine e, dopo il secondo posto conquistato, si pensa già alla prossima stagione per creare tutti i presupposti per lottare nuovamente per lo scudetto. De Laurentis, prima di pensare ad eventuali colpi di mercato, dovrà sciogliere il nodo su Sarri: il tecnico toscano è corteggiato da club importanti a livello europeo e non è detto che resti a Napoli. Sulla decisione di lasciare la Campania ci sarebbero le sirene legate alla possibilità di vederlo approdare in Premier League dove piace sia al Chelsea che allArsenal. Soprattutto i blues valutano l’opzione Sarri dopo una stagione deludente conclusa con il mancato accesso all’Europa League che mette sull’orlo del precipizio Antonio Conte che potrebbe essere esonerato per far spazio all’attuale tecnico azzurro. Oltre a queste, ci sono alcune divergenze tra De Lauretis e Maurizio Sarri che, attualmente, bloccano le possibilità di rinnovo del tecnico toscano.

Il calciomercato il problema principale. Le richieste economiche di Sarri non rappresentano un vero e proprio ostacolo al momento. L’offerta della società è di 3,5 milioni mentre la richiesta del tecnico toscano è di 4 milioni: una distanza che può essere colmata tranquillamente. Tra le richieste di Sarri quella che, al momento, blocca il rinnovo sarebbe il calciomercato: il tecnico vorrebbe riprovarci con la stessa ambizione anche rinunciando a qualche giocatore importante come Koulibaly o Mertens, ma con la promessa di rimpiazzarli con giocatori di qualità elevatissima ma De Laurentis, grazie ad un’intervista concessa alla Gazzetta dello Sport, fa intendere che non sono previsti investimenti su top player che garantirebbero ai partenopei di lottare ancora per lo scudetto. Senza un punto di incontro nella riunione con il presidente, Sarri chiederà di studiare una formula nell’attuale contratto che gli permetta di andare via dal Napoli, eliminando l’attuale clausola rescissoria di circa 8 milioni di euro che lo terrebbe immobile sul mercato e senza squadra. La permanenza di Sarri non è scontata: sarà decisivo l’incontro con De Laurentis per preparare la prossima stagione.

  •   
  •  
  •  
  •