Sarri conteso da Chelsea e Zenit San Pietroburgo. De Laurentiis pronto a licenziarlo

Pubblicato il autore: Massimo Maglietta Segui

Maurizio Sarri – Foto di Maurizio Lagana/Getty Images – scelta da Supernews

L’avventura di Sarri sulla panchina del Napoli sembra arrivata al capolinea. Il presidente De Laurentiis non sembra disposto ad aspettare oltre. Potrebbe addirittura esserci la clamorosa decisione dell’esonero.  La pista Ancelotti per la sostituzione del tecnico toscano rimane ancora in piedi, ma non è da scartare anche l’ipotesi Simone Inzaghi attuale allenatore della Lazio. La mancata qualificazione alla champions dei biancocelesti potrebbe agevolare la trattativa, ma con Lotito nulla può essere dato per scontato. Il presidente del Napoli vuole quindi iniziare già a preparare la prossima stagione e capire quali saranno gli obiettivi stagionali.

Con l’addio quasi certo di Sarri, potrebbe anche esserci qualche cessione importante. Alcuni giocatori come Mertens, Callejon, Albiol, Koulibaly  e Hysaj  potrebbero dire addio al Napoli.  Qualche giorno fa anche l’agente di Marek Hamsik ha spaventato i tifosi napoletani dichiarando che valuterà insieme al giocatore le proposte che arriveranno. Se queste dovessero essere quindi le cessioni, ci sarebbero un attacco e una difesa da rifondare.  Staremo a vedere eventualmente, come deciderà di sostituirli De Laurentiis. Quindi la priorità di questi giorni sarà la scelta dell’allenatore.  Comunque i nomi per la panchina del Napoli sembrano essere quelli di Ancelotti, Giampaolo e Simone Inzaghi. Emery altro candidato per la sostituzione di Sarri,  ha accettato la proposta dell’Arsenal. Il nome del tecnico francese circolava nell’ambiente Napoli già dopo l’addio di Benitez, quando era ancora al Siviglia.

Sarri pronto ad un’esperienza all’estero

Sarri qualche giorno fa aveva dichiarato che preferirebbe provare un’esperienza da allenatore all’estero. Le proposte non mancano. Ora sta a lui decidere.  In questi giorni si parla anche di Chelsea, ma soprattutto di Zenit dopo che Mancini ha accettato la proposta di allenare la Nazionale Italiana. Con il licenziamento, il tecnico Toscano avrebbe modo di decidere con calma. Le squadre che lo vorrebbero come proprio allenatore non sarebbero costrette a pagare la clausola di 8 milioni di euro per liberarlo dal Napoli.

Sarri è davvero pronto per un’esperienza all’estero? Il tecnico toscano non ha un curriculum internazionale da vantare rispetto ad altri colleghi. Il Napoli sotto la sua gestione ha raggiunto soltanto una volta gli ottavi di Champions League mentre in Europa League è sempre uscito ai sedicesimi di finale.  Staremo a vedere quale sarà la proposta più allentante.

Le panchine delle big europee cominciano a riempirsi. L’unica rimasta ancora vacante è quella del Chelsea, a meno che Abramovic non decida di confermare a sorpresa Antonio Conte dopo la vittoria della FA Cup.  Comunque il gioco espresso dal Napoli di Sarri in questi tre anni è stato riconosciuto anche all’estero. Non è detto che il tecnico toscano alla fine possa  anche decidere di stare fermo un anno.

  •   
  •  
  •  
  •