Calciomercato Inghilterra: Diogo Dalot, secondo acquisto per il Manchester United.

Pubblicato il autore: Lorenzo Carrega Segui
HUDDERSFIELD, ENGLAND - OCTOBER 21: Jose Mourinho, Manager of Manchester United reacts during the Premier League match between Huddersfield Town and Manchester United at John Smith's Stadium on October 21, 2017 in Huddersfield, England. (Photo by Gareth Copley/Getty Images)

José Mourinho – Foto professionale Getty Images© selezionata da SuperNews

Il Manchester United, dopo una fase di rallentamento, è partito a tutto gas con gli acquisti. L’annuncio di Fred nella giornata di ieri è stato seguito da quello di oggi.
Il suo nome è Diogo Dalot, classe 1999, un giovane diciannovenne, terzino destro di spinta. Un giocatore che è interamente cresciuto nelle giovanili del Porto. Ha fatto tutto il percorso delle giovanili per poi approdare nella seconda squadra, la B, nella scorsa stagione. Il suo bilancio è di 23 presenze con 2 reti all’attivo.
Questo terzino destro è molto bravo tecnicamente ed è inoltre dotato di un buono spunto veloce. Il Manchester United ha trovato un giocatore completo perché è in grado di servire i compagni, ma anche di tentare conclusioni dalla media e lunga distanza.
Ma non solo, è molto abile anche in fase difensiva, grazie ad un fisico strutturato che gli consente di essere presente nel gioco aereo, come nelle diagonali. Può anche essere schierato nella fascia opposta ed anche come esterno di centrocampo.
José Mourinho sarà molto soddisfatto dell’acquisto. Questo nuovo giocatore potrà permettere al Manchester United di passare ad alcune cessioni senza perdere in competitività. Uno di questi potrebbe essere Darmian, il più indiziato a fare le valigie nei prossimi giorni.
Al momento c’è una certa discrepanza tra l’offerta delle Juventus e le richieste del Manchester United. Ballano otto milioni in totale, con 12 milioni quale offerta ufficiale dei bianconeri e 20 quella voluta dai Reds.
Stiamo osservando come il Manchester United stia sviluppando la sua campagna acquisti, a colpi di milioni di euro. Dopo i 60 milioni di ieri, altri milioni sul tavolo oggi. Segno che la dirigenza vuole accontentare Mourinho e costruirgli una squadra di valore ancora superiore rispetto allo scorso anno.
La squadra vuole tornare grande, fare una Champions League più all’altezza del suo nome. Le premesse ci sono, ma bisogna vedere come continuerà la strada.

  •   
  •  
  •  
  •