Joao Mario: “Con l’Inter è finita. Non torno più in Italia”

Pubblicato il autore: Giuseppe Biscotti Segui


Joao Mario non vuole ritornare all’Inter. Il centrocampista portoghese, acquistato nel 2016 per 40 milioni di euro più bonus, ritiene conclusa la sua avventura ad Appiano Gentile ed è ufficialmente sul mercato. In attesa di giocare i Mondiali con la maglia del Portogallo, Joao Mario ha spiegato i motivi della sua scelta e le cause del mancato ambientamento con il calcio italiano in un’intervista concessa a La Gazzetta dello Sport. Il calciatore dichiara: “Non è rabbia, prendo atto della situazione al netto dell’anno e mezzo trascorso a Milano. L’idea è chiara: non torno. Sono solo sincero. Non ci sarebbe il fuoco dentro per riaccendermi in nerazzurro. Quando arrivai ero carico per un progetto che sembrava stesse decollando, peccato che poi le cose andarono diversamente. Sarebbe inutile presentarmi ad Appiano, nonostante un contratto valido fino al 2021. Spero si riesca a trovare una soluzione il prima possibile, magari prima della fine del Mondiale. Nel calcio, come nella vita, bisogna essere onesti nel capire quando le cose finiscono. E con l’Inter è finita“.

L’Inter dovrà cercare di vendere il giocatore ad una cifra superiore ai 30 milioni di euro per evitare una minusvalenza e confida in un grande mondiale per alzare la sua quotazione. Joao Mario piace a diversi club inglesi e spagnoli ed ha le idee abbastanza chiare sul suo futuro: “Dico che il calcio italiano non si sposa con le mie caratteristiche. Insomma, l’eventuale no a Milan e Juventus non sarebbe figlio del mio passato interista: il fatto è che io non amo la serie A. La Premier è l’ideale: ambiente spettacolare, torneo fisico e tecnico allo stesso tempo. È la prima opzione, poi la Liga. Il West Ham potrebbe essere un’idea, ma ora è presto per sbilanciarsi”.

  •   
  •  
  •  
  •