Juventus, l’idea di Marotta: la cessione di Pjanic per finanziare alcuni colpi importanti

Pubblicato il autore: Emmanuele Sorrentino Segui
juventus

Foto originale Getty Images © selezionata da SuperNews

La Juventus ha fissato il prezzo di Miralem Pjanic: il regista bianconero, corteggiato da diversi top club europei, potrebbe essere un’importante chiave che potrebbe aprire alcune trattative rimaste ancora in stand-by, prime fra tutte quella che conduce a Milinkovic-Savic o all’improbabile operazione Mauro Icardi.
Secondo quanto riporta il quotidiano sportivo Tuttosport nell’edizione odierna, la Juventus potrebbe far partire il centrocampista bosniaco per una cifra non inferiore agli 80 milioni di euro: Pjanic attualmente è sotto contratto con la Juventus fino al 2021 ed il suo ingaggio ammonta sui 4,5 milioni di euro netti a stagione. Parametri che hanno spinto alcune società a fare un sondaggio per prendere informazioni su di lui.
Beppe Marotta spera di monetizzare il più possibile con questo affare: con la cessione di Pjanic potrebbe profilarsi un importante tesoretto per la Juventus, che potrebbe decidere alla stregua di puntare su alcuni colpi importanti.

La situazione di mercato della Juventus: tutte le operazioni in corso

La Juventus al momento ha già definito l’operazione relativa ad Emre Can, che arriva alla corte del tecnico Massimiliano Allegri a parametro zero dal Liverpool: attualmente il tedesco di origini turche non è il solo rinforzo a centrocampo, considerata la rivoluzione che investirà la linea mediana bianconera acclarata già da tempo.
Oggetto del desiderio è sicuramente Milinkovic-Savic: il centrocampista serbo, attualmente impegnato ai campionati del mondo in Russia, rappresenta il giusto rinforzo per la Juventus, che deve vincere le iniziali resistenze del patron della Lazio Claudio Lotito. Il tesoretto che scaturirebbe dalla cessione di Miralem Pjanic potrebbe giovare per tentare un affondo in quest’ottica: la società biancoceleste ha alzato il prezzo, l’operazione viaggia su cifre esorbitanti che vanno ben oltre i cento milioni di euro, ma con la giusta dose di diplomazia e l’inserimento eventuale di contropartite tecniche (si parla sempre più insistentemente di Marko Pjaca) si potrebbe superare uno scoglio che almeno all’apparenza sembra invalicabile.

Occhi puntati anche su Aleksandr Golovin, per il quale la Juventus ed il CSKA Mosca si sono presi del tempo: il centrocampista russo, definito da molti il “nuovo Pjanic“, sta convincendo davvero tutti al Mondiale in patria e sembra essere pronto al definitivo salto di qualità. Al momento i bianconeri sembrerebbero essere la destinazione definitiva del calciatore ventiduenne.
All’orizzonte le operazioni che porterebbero a Torino, sponda Juventus, uno tra Paul Pogba e Mateo Kovacic: al momento non ci sarebbe nulla di concreto in merito alle presunte trattative, per cui restano solamente una sorta di fantamercato.
Il quotidiano torinese Tuttosport inoltre insiste soprattutto su Mauro Icardi: con la cessione di Pjanic si potrebbe arrivare alla punta argentina, che nell’ultima stagione ha trascinato l’Inter ad una meritata qualificazione alla prossima Champions League.
La sensazione tuttavia è quella di una trattativa difficile da concretizzare per la Juventus o quanto meno senza che sia ceduto qualche altro pezzo pregiato (potrebbe tornare di moda l’assurdo scambio Higuain-Icardi).
Diverso il discorso che porta a Federico Chiesa: la volontà è quella di parcheggiare l’esterno della Fiorentina ancora un altro anno con i viola, per poi consentirgli di fare il definitivo salto di qualità.

  •   
  •  
  •  
  •