Conte-Milan, prove d’intesa: questione di ore ma crescono gli ostacoli

Pubblicato il autore: Davide Corradini Segui
during the Premier League match between Chelsea and Leicester City at Stamford Bridge on January 13, 2018 in London, England.

Foto originale Getty Images © scelta da SuperNews

Questione di giorni, di ore o addirittura di minuti. Questo il tempo che potrebbe dividere Antonio Conte dal Milan. Nelle prossime ore, infatti, è previsto un incontro tra Leonardo e l’ex c.t. italiano ed ex allenatore dei Blues. Al di là delle smentite, non è un segreto il fatto che Elliot abbia affidato al nuovo direttore dell’area tecnica l’opera per convincere l’ex c.t. azzurro.

I vertici della società rossonera – Leonardo e Scaroni in primis – hanno di recente confermato come Gennaro Gattuso è e rimarrà a tutti gli effetti l’allenatore dei rossoneri fino al 2021. Conte, che piace molto soprattutto al n.1 del fondo statunitense e che ritiene essere l’uomo adatto per aprire un ciclo che possa permettere al club milanese di tornare ai fasti di un tempo, non è libero. Sicuramente è stato esonerato dal Chelsea, che lo ha rimpiazzato con un altro italiano, Sarri, ma contrattualmente è ancora un dipendente dei Blues fino al 30 Gugno 2019. Un accordo tutt’altro che semplice da annullare, visto che con i Blues stanno volando gli stracci. Se da una parte Conte fa leva su una clausola che gli garantirebbe 10 milioni per l’interruzione anticipata con il club, dall’ altra parte la società londinese è contraria e pronta a fare azioni legali con un licenziamento per giusta causa.

Insomma, arrivare entro pochi giorni a Conte, se il diretto interessato non rinuncerà ai soldi inglesi, sarà complicato. La battaglia legale con i londinesi, però, non è l’unico ostacolo che il Milan deve superare per arrivare all’ ex c.t.

Le assicurazioni chieste a Leonardo

Il Milan infatti ha il dubbio che Conte non sposi subito il progetto milanista. Il tecnico, durante una festa con amici, ha annunciato un anno di stop. Conte non ama entrare a stagione in corso, anche se quella che lo porterebbe a vestire la maglia rossonera ancora non è iniziata. Questo, se vogliamo, è un problema non così importante. Piuttosto Conte si aspetta di ricevere garanzie dal Milan per poter accettare una sfida più complicata del previsto, senza parlare dell’aspetto economico, visto che il club sarebbe pronto a offrire un triennale da oltre 6 milioni a stagione. Non dimentichiamoci infine dell’aspetto tecnico. Nelle ultime stagioni il Milan non ha mai superato il terzo posto, classificandosi sempre sesto/settimo. Conte difficilmente accetterebbe di allenare una squadra per giocare “solo” per il quarto posto. Leonardo sicuramente sta puntando in alto, lavorando in primis all’ operazione Bonucci-Higuain.

Se Conte dà l’ok, Leonardo è obbligato a fare almeno due acquisti

Nel caso Conte desse l’ok, è chiaro che Leonardo dovrebbe cercare in meno di venti giorni di portare a Milanello qualche innesto in più, magari con caratteristiche tecniche adatte alle idee di calcio di Conte. Va ricordato che l’anno scorso Montella provò, senza grossi risultati, la difesa a tre, cosa quasi imprescindibile per Conte. Considerato anche certo l’addio di Bonucci, sarebbe necessario inserire due difensori nella rosa rossonera: il sostituto ideale è Caldara, Chelsea permettendo, anche se servirebbe un centrale di destra per non partire subito con Zapata, anche a causa di un Musacchio non proprio a suo agio in quella posizione.

Un centrocampista con qualità fisiche non dispiacerebbe, oltre al grande centravanti che tutti vorrebbero. Questo Leonardo lo sa bene e lo cerca anche per Gattuso.

Milan, test con il Tottenham nell’ International Champions Cup

Mentre in Italia la dirigenza rossonera sta lavorando per provare a prendere Antonio Conte, inizia oggi la seconda e ultima settimana del Milan negli Stati Uniti. Mister Gattuso sta preparando a Minneapolis la gara contro il Tottenham in calendario alle 2.30, ora italiana, nella notte tra domani e mercoledì. Dalle ultime indiscrezioni sarà molto complicato vedere Zapata, Rodríguez e André Silva, arrivati nel ritiro solo da venerdì dopo la parentesi mondiale: i tre stanno attualmente svolgendo la preparazione differenziata.

Dopo il test contro il Tottenham, l’ultimo impegno per i diavoli sarà nella notte fra sabato e domenica contro il Barcellona. Tutte le gare dei rossoneri in diretta su Sky Sport International Champions Cup.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Tensione Juventus, giocatori non tranquilli vista la situazione societaria