Roma, niente Gasperini: De Zerbi o Giampaolo per il dopo Ranieri

Pubblicato il autore: Emmanuele Sanna Segui

Caos Roma, salta anche Gasperini

Roma, niente da fare per Gasperini. L’allenatore di Grugliasco è infatti molto vicino al rinnovo con l’Atalanta, le garanzie tecniche fornitegli dalla società e l’adeguamento del contratto fino al 2022 stanno convincendo l’ex tecnico del Genoa a continuare a scrivere uno dei principali capitoli della storia del club bergamasco. La Roma, che ancora non ha ufficializzato l’arrivo del d.s. Petrachi,  per il dopo Ranieri sta comunque valutando altri profili, tra questi spiccano i nomi di Roberto de Zerbi e Marco Giampaolo. Difficile invece convincere il vecchio pallino della società giallorossa, Maurizio Sarri, che sembra ormai destinato alla Juventus.

Roma, ipotesi De Zerbi

Saltato Gasperini, dunque, il principale indiziato a sedersi sulla panchina della Roma, è Roberto De Zerbi. Il tecnico bresciano sembra infatti essere arrivato alla fine della sua esperienza con il Sassuolo ed è sicuramente uno dei nomi caldi del “valzer delle panchine” a cui certamente assisteremo nelle prossime settimane. Giovane e capace di proporre un calcio divertente e propositivo, De Zerbi, sembra essere la soluzione ideale per la Roma, che, impossibilitata a contrattualizzare allenatori di prima fascia, deve necessariamente valutare profili simili a quello del tecnico del Sassuolo, in una scelta che ricorda molto quella effettuata nell’estate del 2017 per Eusebio di Francesco. La Roma però dovrà fare attenzione al Milan, società che vive una situazione simile a quella dei capitolini e che già in passato si era interessata all’allenatore bresciano, anche se al momento i giallorossi paiono più vicini a De Zerbi rispetto ai rossoneri. 

Roma, ipotesi Giampaolo

Il piano B per la Roma pare essere rappresentato da Marco Giampaolo. Anche il tecnico della Sampdoria sembra ormai ai titoli di coda con la società blucerchiata, anche in virtù delle recenti notizie che vedrebbero l’allenatore abruzzese aver lasciato la sua casa di Genova. Anche su Giampaolo ci sarebbe l’interesse del Milan, ma sia per i giallorossi che per i rossoneri, questa pista resterebbe meno battuta che quella per De Zerbi. A giocare in favore del tecnico doriano, però, potrebbe essere la necessità della società capitolina di valorizzare nuovamente Patrick Schick. Il calciatore ceco, infatti, rappresenta uno dei casi più spinosi della Roma: l’acquisto più caro della storia del club giallorosso esplose proprio sotto la guida di Giampaolo alla Sampdoria, dunque, portare il tecnico abruzzese a Trigoria potrebbe servire a rilanciare Schick dopo le ultime due deludenti stagioni romaniste.

Non solo Gasperini, quanti “no” alla Roma

La scelta dell’allenatore per la Roma si sta rivelando più difficile del previsto e quello di Gasperini rappresenta il terzo rifiuto, diretto o indiretto, ricevuto dalla Roma in meno di un mese. Prima del tecnico atalantino erano stati accostati alla Roma sia Antonio Conte che Maurizio Sarri, ma entrambi sono molto vicini rispettivamente all’Inter e alla Juventus. A livello di gestione societaria la Roma appare, ancora una volta, in grande difficoltà: dopo le delusioni sportive di questa annata e le polemiche per l’addio di De Rossi, l’idea di rilanciare le ambizioni sportive attraverso l’acquisto di un allenatore di prima fascia, appare ormai sfumata. Il calciomercato è appena all’inizio, ma la Roma non può più sbagliare.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Tabellone Calciomercato Serie A, acquisti e cessioni: ufficiale Strootman al Genoa