Atalanta, la settimana della Dea tra campo, mercato e news

Pubblicato il autore: Marco Albo Segui

La settimana che sta volgendo al termine si è rivelata ancora molto intensa per l’Atalanta. Tra la fatica per il ritiro in quel di Clusone e nomi di mercato che stanno facendo ingolosire i tifosi (ma meno la società), la squadra di Gasperini si sta preparando al meglio per la nuova stagione,  e da oggi incomincerà ufficialmente la seconda fase di preparazione in Inghilterra, dove tra qualche ora affronterà nel primo test amichevole della tournèe lo Swansea, giusto per respirare un po’ di aria fresca di Champions. Riassumiamo insieme quindi questi ultimi giorni vissuti dai nerazzurri.

ATALANTA: PER IL MERCATO NIENTE FRETTA, E INTANTO È GIÀ FESTA AL GEWISS STADIUM

L’Atalanta ha concluso il suo ritiro tra le montagne orobiche, dimostrando un’ottima consizione psicofisica. I 20 gol siglati nelle tre amichevoli hanno messo in mostra i talenti dei giovani Barrow, Traorè e Colley, ora più che mai possibili piani B nel caso non arivasse più nessuno in attacco. In grande spolvero anche Malinosvkyi e Muriel, già ben integrati nello scacchiere di Gasperini, e già entrati nei cuori dei tifosi.

Leggi anche:  Calcio, Dazn: "Buona collaborazione con Lega Serie A. Crescita e coerenza tra dati, audience e revenue"

NOTTE DA CHAMPIONS- A proposito dei tifosi, la festa Champions a Bergamo non si è conclusa, e ha raggiunto il suo culmine giovedì sera, quando in circa 8mila si sono presentati al Gewiss Stadium per salutare la squadra nella tradizionale presentazione estiva. Il solito tripudio di colori e canti con annessa quella della Champions che ha fatto commuovere il presidente Percassi. Il patron nerazzurro come al solito ha invitato alla calma e piedi per terra, per una stagione che sicuramente sarà ancora più emozionante, ma dove la bravura e il cuore conteranno ancor di più, visto i numerosi impegni.

NO STRESS- Davanti ai microfoni di molte emittenti televisive presenti all’evento, Percassi ha dovuto ovviamente rispondere alle domande sul mercato. Un mercato che questa settimana non ha registrato grossi colpi in entrata ed uscita, ma che a detta del patron prosegue sotto traccia senza fretta, ma senza sosta. Giusto per fare qualche nome, si sono accostati all’Atalanta profili big come Nainggolan, Politano e Rafinha, gente che per il momento non valuta Bergamo come possibile destinazione gradita, e che soprattutto destabilizzano lo stesso Percassi quando ne sente parlare. D’altro canto il presidentissimo sa che mancano ancora due pedine per completare la rosa (il benedetto vice Ilicic e il sostituto di Mancini), ma il mercato è ancora lungo e come sappiamo Percassi ama fare le sorprese ai propri tifosi.

Leggi anche:  Pioli lamenta la poca lucidità del Milan: "Abbiamo sbagliato"

INFO UTILI- Sul piano pratico, finalmente la società ha fatto sapere tramite il proprio canale ufficiale che la campagna abbonamenti 2019/2020 inizierà  aprtire dal 10 agosto. Come già previsto, per quest’anno si annuncia un mini ciclo record gli abbonamenti, che durerà all’incirca 10 giorni. Per i prezzi, bisognerà aspettare ancora qualche giorno. Intanto sul fronte Champions il comune di Milano ha deciso di ridurre la capienza di San Siro in occasione delle partite interne di Champions dell’Atalanta. Saranno chiuse le curve nord e sud di Milan e Inter, così come il terzo anello, per una capienza massima complessiva di 40mila spettatori. Una decisone presa per prevenire possibili scontri esterni tra tifoserie, dopo le esternazioni dure rese pubbliche dalle due tifoserie, da sempre rivali storiche di quella orobica.

Leggi anche:  Champions League, terza giornata: le partite da non perdere

 

  •   
  •  
  •  
  •