Rebic a sorpresa: è quello che ci vuole?

Pubblicato il autore: Federico Iacopini Segui

I tifosi milanisti, in parte rianimati dalla sofferta vittoria contro il Brescia, aspettano il colpo di chiusura del mercato estivo del Diavolo. La consapevolezza è che è stato fatto un mercato con alcune buone intuizioni, vari addii da tempo pianificati e uno in  particolare, quello di Cutronel, che sta ancora facendo sanguinare il cuore di chi aveva riposto le proprie speranze di un Milan giovane proprio nei piedi di Patrick. Serve una scossa, bene gli innesti fatti fin qui, ma occorre qualcosa per farsi perdonare. Ed ecco che, forse, qualcosa si muove. Nelle ultime ore il Milan  sembra aver virato  con forza su Ante Rebic, classe 1993 in forze al Eintracht Francoforte, dal quale i rossoneri sarebbero in procinto di acquistarlo per 25 milioni (prestito con obbligo). Il croato, vecchia conoscenza del calcio italiano prima d’ora in forza alla Fiorentina e all’Hellas Verona,  ha fatto espresso un ottimo calcio negli ultimi anni, sia in Germania in quel di Francoforte, che con la nazionale croata, con la quale si è laureato vice campione del mondo lo scorso anno. Insomma, dopo un telenovela lunghissima intorno al nome di Correa e tante altre suggestioni, sembra essere arrivato il colpo per l’attacco rossonero che tutti aspettavano. Rebic è tatticamente quello di cui i rossoneri hanno bisogno, una punta eclettica, in grado di giocare come prima e seconda punta e, all’occorrenza, come trequartista. Ora, però, spazio ai numeri. Rebic nella stagione sportiva 2018/2019 ha messo a segno un totale di 10 gol tra Bundes ed Europa League, segnando a tabellino anche 6 assist, un rendimento che ancora non basterebbe per impattare prepotentemente nella realtà milanista, ma chissà che Ante non trovi la sua consacrazione proprio a Milanello.  E, magari, l’ex Fiorentina potrebbe anche essere quel partner in grado di far nuovamente sbloccare Krzysztof Piatek.

  •   
  •  
  •  
  •