Juventus, Pjanic-Arthur: cosa manca per concludere lo scambio?

Pubblicato il autore: SAP Segui

Come oramai noto, Juventus e Barcellona hanno intavolato un maxi-scambio che prevede il cambio di casacca di due giocatori chiave per ambedue i club: Miralem Pjanic ed Arthur Melo.
La trattativa tiene banco da ormai qualche settimana e coinvolgerebbe anche Mattia De Sciglio e Nèlson Semedo, in quello che sarebbe un draft stile Nba, come pronosticato da Fabio Paratici nelle recenti settimane:

“Ci saranno molti scambi, una situazione che avvicinerà il calcio all’Nba”.

Un pensiero che il ds della Juventus sembra aver applicato sul serio, di fatti, l’inizio della trattativa sarebbe riconducibile alle immediate settimane precedenti a questa intervista.
Pjanic si è facilmente convinto di fronte ad una nuova avventura che lo porterebbe a giocare in uno dei club più forti del mondo, e registrato l’accordo totale tra le due squadre, mancherebbe solamente la risposta definitiva di Arthur.
Ma perché tarda così ad arrivare?
Al giocatore è stata comunicata tardivamente la decisione del Barça di investire in maniera decisa sul bosniaco della Juventus, poco dopo le dichiarazioni d’amore del brasiliano rilasciate circa un mese fa tramite comunicato stampa:

“L’interessamento di club importanti è un complimento, ma ho solo una cosa nella testa: giocare qui per tanti anni”.

Tra il Barcellona ed Arthur si è creata una situazione di stallo, con la società decisamente in difficoltà per i rapporti rigidi con il procuratore del brasiliano e per il fatto che senza i soldi derivanti da una plusvalenza di valore come quella del centrocampista classe ’96 non potrebbe permettersi l’acquisto di Pjanic.
Il giocatore, dal canto suo, si sente tradito e prende tempo in attesa di capire se la situazione possa cambiare, non disdegnando per niente l’interesse della Juventus che si tiene costantemente in contatto con l’entourage.
I bianconeri e i blaugrana hanno di fatto concluso la trattativa, con l’ultima parola che spetterà il brasiliano che si trova di fronte ad un dilemma: continuare a puntare i piedi e rischiare il proprio ruolo all’interno di un club che l’ha di fatto scaricato, oppure abbracciare una nuova avventura che sebbene significherebbe allontanarsi da Barcellona, gli permetterebbe di giocare in un grande club che crede fortemente in lui.
Se Arthur dovesse decidere di rifiutare tutte le offerte per rimanere in Spagna, la Juventus difficilmente troverebbe un accordo con il Barcellona per Pjanic che finirebbe conteso da Chelsea e Paris Saint Germain.

 

  •   
  •  
  •  
  •