Manchester City, niente Bonucci: si vira su un nerazzurro

Pubblicato il autore: Davide Roberti Segui

Il City di Pep Guardiola non ha certamente problemi a livello offensivo, visti i 68 gol realizzati in Premier quest’anno. A preoccupare è, invece, il dato relativo ai gol subiti: ben 31, nelle 28 gare stagionali fin qui giocate. Questo dato, di fatto, indica che gli Sky Blues subiscono in media oltre un gol a partita, un po’ troppo per un club che da anni punterebbe a vincere tutto, in Inghilterra ma anche (e soprattutto) in Europa. Dunque, la dirigenza vorrebbe seriamente metter mano al proprio reparto difensivo, e le idee sul tavolo portano alla nostra Serie A.

Bonucci, questo matrimonio non s’ha da fare

Leo Bonucci è, da anni, il principale pallino del tecnico catalano. E, probabilmente, sarebbe anche il profilo perfetto per il gioco dell’ex Barcellona, in quanto il centrale juventino abbina a grandi doti difensive un’ottima qualità tecnica, che gli permette di agire da “regista” aggiunto. Il corteggiamento di Guardiola è di lunga data: già nell’estate successiva alla sconfitta dei bianconeri in finale di Champions a Cardiff nel 2017, si parlò di un interesse dei Citizens, ma alla fine Bonucci andò al Milan (salvo fare ritorno a Torino un solo anno dopo). Proprio il pentimento del centrale bianconero nell’abbandonare la Juventus è la chiave per capire che sarà difficilmente possibile un nuovo addio: le porte sono chiuse, e il difensore toscano dovrebbe essere l’erede di Buffon e Chiellini come “uomo spogliatoio”.

Skriniar è il prescelto

Milan Skriniar potrebbe essere, dunque, il profilo giusto per sistemare i difetti dei mancuniani a livello difensivo. Lo slovacco in questa stagione non ha brillato, ma le sue doti sono indiscutibili: giovane, con ampi margini di crescita, alla corte di Pep potrebbe fare quel salto di qualità, anche a livello europeo, che finora non è riuscito a compiere. Viste anche le svalutazioni dovute al Coronavirus, un affare del genere non sarebbe impossibile: il valore di Skriniar è sceso a una cinquantina di milioni, e la squadra nerazzurra potrebbe aver bisogno di nuovi fondi per rifinanziare il mercato. Dunque, appena ci si riuscirà a districare tra i grovigli burocratici ed istituzionali legati all’emergenza virus, e sarà quindi fattibile capire quando e come si potrà aprire il calciomercato, l’assalto del City al centralone dell’Inter sarà piuttosto probabile.

  •   
  •  
  •  
  •