Moggi anticipa il mercato della Juve: “Arriva Jorginho e al posto di Higuaín…”

Pubblicato il autore: Alessandro Nidi Segui

Luciano Moggi, pur dopo le vicende di Calciopoli che l’hanno allontanato dalla dimensione bianconera, continua a seguire da attento osservatore i movimenti di mercato attorno alla Juventus e di tanto in tanto prova mediaticamente a fornire alcune dritte sui giocatori più interessanti da acquistare. Non ci è dato sapere se l’uomo mercato della società torinese, Fabio Paratici, ascolti i consigli dell’ex dg zebrato, ma talvolta i nomi suggeriti e i profili seguiti dalla “Vecchia Signora” finiscono per coincidere. Questione di occhio comune da intenditori, probabilmente, che raramente si sbaglia e spesso individua al primo colpo il campione in grado di innalzare ulteriormente l’asticella della qualità all’interno di una rosa già di per sé ampiamente competitiva. Nel corso della puntata odierna di “Juventibus”, trasmessa dall’omonimo portale su YouTube, Moggi ha così parlato del bomber adatto per l’attacco juventino in caso di cessione estiva di Gonzalo Higuaín.

Moggi: “L’erede del Pipita arriva dalla Bundesliga”

Se il Pipita decidesse di terminare anzitempo la sua seconda esperienza all’ombra della Mole Antonelliana, magari per fare ritorno al River Plate, il club che gli ha permesso di mettersi in luce e approdare nel calcio che conta, secondo Luciano Moggi “Ronaldo e Dybala perderebbero il loro partner ideale d’attacco”. L’alternativa all’argentino quale potrebbe essere, dunque? Né Mauro Icardi, né Arkadiusz Milik, la cui situazione contrattuale rappresenta però un’opportunità gustosa per la stagione successiva, quando, in caso di mancato rinnovo (che l’ex Ajax continua ostinatamente a rifiutare), lascerebbe Napoli a parametro zero e, si sa, Fabio Paratici è particolarmente attento a queste dinamiche. Il nome su cui puntare ad occhi chiusi a detta di Moggi è quello del 24enne Timo Werner, stella offensiva del Lipsia su cui si starebbe per giunta già muovendo l’Inter. D’altro canto, con il club griffato Red Bull il ragazzo ha messo a referto 71 reti in 118 presenze ufficiali: niente male, no?

Moggi: “A centrocampo arriva Jorginho”

Questo soltanto per quanto concerne il reparto d’attacco bianconera. Sì, perché se in difesa la vera esigenza potrebbe/dovrebbe essere quella di sfoltire la batteria di centrali (con Daniele Rugani ormai da anni candidato numero uno in ottica trasferimento), a centrocampo ci sarà la necessità di sostituire il partente Miralem Pjanic, che, a detta dei media catalani, avrebbe ceduto alle lusinghe del Barcellona e sarebbe pronto a trasferirsi in Spagna a partire dalla prossima stagione. Il quesito sorge allora spontaneo: a chi affidare le chiavi della mediana e il compito di costruire l’azione in alternanza con Leonardo Bonucci? Anche in questo caso, Moggi non ha dubbi: Arriverà Jorginho, ma non sarà inserito in alcuno scambio. Raggiungerà Torino da solo e guiderà la manovra juventina in futuro”. Alla Continassa l’italo-brasiliano ritroverebbe il suo mentore, Maurizio Sarri, che a Napoli aveva scommesso su di lui ad occhi chiusi, aiutandolo addirittura a raggiungere la Nazionale azzurra. I due si erano ritrovati nel 2019/2020 nella città di Londra, quando il tecnico toscano si era trasferito nel Regno Unito per allenare il Chelsea e, insieme, arrivarono a sollevare il trofeo dell’Europa League, ad oggi il primo e unico titolo continentale conquistato da Sarri in panchina.

  •   
  •  
  •  
  •