Juventus, la seconda punta è un ritorno

Pubblicato il autore: Mario Nuvoletto Segui


La nuova Juventus è ancora in fase di costruzione, con molte trattative ancora in ballo, come quelle che portano al rafforzare i due esterni. Nelle ultime ore, però, la dirigenza bianconera sta spingendo per completare il reparto offensivo e quello di Alvaro Morata potrebbe non essere l’unico ritorno gradito in casa bianconera. Sì, perché Paratici e Nedved sono sempre decisi a prendere una seconda punta e la sfida sembra essere tra due ex bianconeri: Moise Kean, attualmente all’Everton, e Fernando Llorente, attaccante del Napoli. Tra i due la prima scelta è sicuramente Kean, vista anche l’età dell’attaccante, 21 anni a febbraio.

Moise Kean alla Juventus, il ritorno del figliol prodigo

Come già scritto, Kean sarebbe la prima scelta per completare il reparto offensivo e da tempo la dirigenza bianconera cerca un’intesa con l’Everton. Proprio Paratici aveva ceduto l’anno scorso l’attaccante azzurro nato a Vercelli per 27,5 milioni più 2,5 di bonus. Con la maglia inglese, Kean non è riuscito ad imporsi in maniera decisiva, giocando 37 partite, con una media di 30 minuti giocati, e segnando solamente quattro gol. Per questo motivo l’attaccante sarebbe molto contento di poter tornare alla Juventus, squadra in cui è cresciuto dal 2010 al 2017 e che ha trovato la sua consacrazione nella stagione 2019 dove in 13 presenze ha segnato 6 reti. La Vecchia Signora lo conosce perfettamente ed è pronta a puntare su di lui e sulle sue capacità, inoltre sarebbe molto funzionale al gioco di Pirlo, in quanto è capace di attaccare la profondità.

Llorente e Juventus, un amore mai finito

Mentre si cerca di capire se l’affare Moise Kean possa andare in porto, la Juventus corre ai ripari sondando il terreno che porta all’altro ex di turno, ovvero Fernando Llorente, attualmente giocatore del Napoli. Lo spagnolo è uno dei giocatori che più è stato amato dalla tifoseria bianconera, per la sua voglia di giocare nella Juventus e il suo enorme impegno per la maglia. Nella sua prima esperienza in bianconero ha collezionato 92 partite e 27 reti. Attualmente gioca nel Napoli, ma è stato messo fuori rosa da Gattuso, per questo motivo riuscirebbe a svincolarsi.  La società azzurra non perderebbe nulla e risparmierebbe circa 3,5 milioni di ingaggio lordo, 2,5 netti grazie al decreto crescita. Alla Juventus lo stesso stipendio costerebbe circa 4,8 milioni, perché essendo Llorente già in Italia del decreto non potrebbe usufruire, ma comunque la società di Torino risparmierebbe un milione rispetto all’ingaggio di Kean.

  •   
  •  
  •  
  •