Piatek Fiorentina, si riapre la pista: sarà decisiva la volontà di Prandelli

Pubblicato il autore: Davide Roberti Segui


PIATEK FIORENTINA, COMMISSO PREPARA IL COLPO: SARÀ LUI IL CENTRAVANTI DELLA VIOLA? – La Fiorentina ha deciso di voltare pagina, abbandonando Iachini, che stava conducendo una stagione fin qui deludente, per virare su Prandelli, il grande ex allenatore che è tornato a casa dopo oltre dieci anni. A Firenze aveva lasciato un bellissimo ricordo, arrivando più volte sia in Champions League che in Europa League: ora, l’ambizioso presidente italo americano vuole che riporti in alto la sua squadra, laddove merita di stare. Per farlo, Cesare Prandelli punterà su un modulo ibrido, a metà tra il 4-2-3-1 e il 4-3-3: decisivi i ruoli di Castrovilli, a metà tra la mezzala e il trequartista, e del centravanti, che attualmente sarebbe Vlahovic. Ancora per poco, forse.

Piatek Fiorentina, c’è feeling con Prandelli: può prendere il posto di Vlahovic e Cutrone

Già, l’attaccante serbo classe 2000 sembra partire avanti nelle gerarchie: ma potrebbe durare poco, molto poco, visto che la società viola sta puntando con forza su un vecchio pallino: Krysztofz Piatek. L’attaccante ex Milan, ora all’Herta Berlino, era già stato cercato da Commisso e Pradé durante lo scorso mercato di settembre. Ora che il ruolo del “9” sarà davvero fondamentale, servirà necessariamente un top player del ruolo, perché Cutrone e Vlahovic stanno dimostrando di non essere tali (seppur ancora molto giovani) e Kouamé, per il tecnico, non è un centravanti. Piatek, peraltro, ha già lavorato con Cesare Prandelli ai tempi del Genoa: in quella stagione, il Grifone iniziò con Ballardini, passando poi a Juric, quindi proprio a Prandelli a partire dalla 15° giornata: primo dell’addio del polacco, direzione Milano, i due lavorarono insieme e si stabilì fin da subito un bel feeling. Ora, la coppia potrebbe riunirsi, ma non più a Genova: Firenze aspetta Piatek, Firenze ha biogno di Piatek. E, con ogni probabilità, verrà accontentata. Con quale formula? Quella del prestito oneroso con obbligo di riscatto: con la stessa modalità potrebbero magari addio Vlahovic e Cutrone, probabilmente uno solo di loro. Manca poco al mercato: tra un mese e mezzo sapremo qualcossa di più.

Leggi anche:  Calciomercato, Atletico M. su Milik: il polacco lascerà Napoli

Piatek Fiorentina, le statistiche del polacco in Serie A con Genoa e Milan

SERIE A 2018/2019, GENOA: 19 presenze, 13 gol
COPPA ITALIA 2018/2019, GENOA: 2 presenze, 6 gol

SERIE A 2018/2019, MILAN: 18 presenze, 9 gol
COPPA ITALIA 2018/2019, MILAN: 3 presenze, 2 gol

SERIE A 2019/2020, MILAN: 18 presenze, 4 gol
COPPA ITALIA 2019/2020, MILAN: 2 presenze, 1 gol

Con l’Herta Berlino poi, tra la seconda metà della scorsa stagione e l’inizio di questa, ha disputato 23 partite tra campionato e coppa, realizzando 6 gol (5 in 22 presenze in Bundesliga, 1 in 1 presenza in Coppa di Germania).

  •   
  •  
  •  
  •