Juve, contatti avviati per Antonio Donnarumma: segnale per Gigio?

Pubblicato il autore: Giuseppe Visco Segui


Antonio Donnarumma
, fratello minore di Gianluigi, è nel mirino della Juventus per l’Under 23. Proprio come il fratello maggiore, anche il classe 1990 ha un contratto in scadenza con il Milan (da 1 milione di euro a stagione) e la società rossonera non sembra avere intenzione di rinnovarlo.

Il possibile approdo in bianconero del portiere, arrivato al Milan nel 2017 dall’Asteras Tripolis, porta inevitabilmente alle riflessioni sul futuro del più quotato fratello. La situazione di “Gigio” è ben nota. Il Milan al momento non è orientato ad assecondare la richiesta del portiere titolare, che chiede 12 milioni di ingaggio. La Juventus è pronta ad approfittare delle difficoltà tra le due parti. I bianconeri porterebbero così il numero uno della Nazionale a Torino.

Ci si chiede, dunque, se i contatti sempre più fitti tra la Juventus e Antonio Donnarumma non siano un segnale indiretto di stato avanzato nelle trattative per Gigio. La delicata situazione di quest’ultimo, che si sta peraltro sviluppando in un momento cruciale per le sorti del Milan e della Juventus (scontro diretto per la Champions domenica) sta ovviamente innervosendo tutto l’ambiente rossonero. La mancata chiarezza sul tema da parte della società ha fatto il resto.

Leggi anche:  Hakimi, è duello Chelsea-PSG. I francesi rilanciano, gli inglesi offrono Alonso

I tifosi milanisti, com’era facile prevedere, non hanno preso bene le mosse di Donnarumma senior. Un gruppo di ultras rossoneri ha anche fatto irruzione a Milanello per chiedere al portiere di non giocare il match contro la Juventus, potenzialmente decisivo per le sorti del Diavolo. In più, oggi un gruppo di tifosi si è presentato sotto l’abitazione di Donnarumma. L’atmosfera è caldissima, tesa. Non il clima ideale per un finale di stagione così importante per il Milan.

Si attendono sviluppi nei prossimi giorni per quello che sembra essere già il tema di mercato per eccellenza. Un rebus da sciogliere in fretta per il Milan, un’occasione ghiotta per la Juventus.

  •   
  •  
  •  
  •