Calciomercato Udinese: caccia al dopo Musso, si cercano due attaccanti

Pubblicato il autore: Alessandro Vescini Segui

calciomercato udinese

Calciomercato Udinese, è tempo di ricostruire la squadra dopo le due cessioni eccellenti. Il mercato estivo è appena iniziato ma a Udine non si perde neanche un giorno. Dopo l’ottima stagione 2019/2020 di Serie A, l’obiettivo è raggiungere un’altra volta la salvezza in tranquillità. Per farlo però, c’è bisogno di reinventare la rosa. Il direttore dell’area tecnica, Pierpaolo Marino, ha parlato di calciomercato ai microfoni di Udinese Tv: “Abbiamo lavorato in questo periodo perché vogliamo fare una Udinese competitiva, che faccia un campionato entusiasmante, superiore alle ultime due stagioni. Siamo al lavoro. Abbiamo gli obiettivi ben chiari, sappiamo dove andare a rinforzare la squadra in accordo con mister Gotti e soprattutto stiamo lavorando sulle trattative che ci interessano in entrata. In uscita, di ufficiali, sapete già quali sono stati i trasferimenti, qualche altra uscita si ufficializzerà nei prossimi giorni. Però, tutti quelli che andranno via, andranno perché è fisiologico che ciò accada, soprattutto se sono giocatori che sono stati con noi per tanti anni, 4 o 5. Però abbiamo piste ben chiare per andare a rinforzare la squadra in tutti i reparti, perché opereremo dalla difesa all’attacco. Saranno arrivi di giovani in prospettiva ma anche di titolari in grado di poter giocare subito. È un mercato lento, immobile, che ci vedrà protagonisti con un lavoro frazionato nel tempo, sfruttando l’intera finestra da qui al 31 agosto”.

Calciomercato Udinese, questione portiere: chi sarà il dopo Musso?

Dopo aver ceduto il portiere argentino all’Atalante per una cifra attorno ai 20 milioni, in casa Udinese si deve pensare al sostituto. Dopo il rientro a casa di Daniele Padelli, in veste di secondo portiere, si cerca un numero 1. I nomi della lista sono tanti e variano da profili di esperienza a giovani da far esplodere in Friuli. I due nomi più quotati sono Agustin Rossi del Boca Juniors e Matheus Magalhães del Braga. Entrambi sudamericani, il prezzo del primo si aggira attorno ai 3,5 milioni mentre il brasiliano, classe 1992, costerebbe addirittura 6. In lista anche l’estremo difensore del Brescia Joronen e Strakosha, in cerca di riscatto lontano dalla Capitale. L’unico ostacolo per il portiere albanese è l’alto ingaggio, mentre per il cartellino eventuali contropartite potrebbero agevolare la trattativa. Le prossima settimane potrebbero essere decisive per scoprire il nuovo portiere bianconero.

Leggi anche:  Arriva la bomba: "Cavani è infelice". Ecco le tre squadre su di lui

Calciomercato Udinese in difesa: Stryger Larsen in uscita

Anche per quanto riguarda il reparto difensivo ci saranno dei cambiamenti. Negli ultimi giorni il Galatasaray si è fatto vivo in merito a un possibile acquisto di Stryger Larsen. Il danese, attualmente impegnato a Euro 2020 e in scadenza a giugno 2022, non è incedibile. I turchi hanno pronta un’offerta vicina ai 3 milioni, mentre l’Udinese ne vorrebbe 4. Probabile che le due parti si incontrino a metà strada. Un altro certo di cambiare casacca è Kevin Bonifazi. L’Udinese ha già accettato i 5 milioni offerti dal Bologna e il resto è ormai solo una formalità. L’unico sicuro di non lasciare il Friuli è Nahuel Molina. L’argentino è ritenuto il prossimo gioiello friulano e non si vogliono affrettare i tempi, a meno che non arrivi la classica offerta irrinunciabile. In entrata, dopo l’acquisto di Pedro Pereira, che firmerà un quadriennale, piace Driss Talibi del Benevento. Attenzione anche a un possibile ritorno di Benatia.

Leggi anche:  Arriva la bomba: "Cavani è infelice". Ecco le tre squadre su di lui

Centrocampo: fuori De Paul, si cerca l’affare

Dopo Musso, l’altro gioiello partente è il 10, Rodrigo De Paul. Direzione: Atletico Madrid. Il Cholo Simeone infatti ha preparato subito il cash necessario per accaparrarsi il centrocampista e battere la concorrenza, visto che Pozzo non voleva contropartite. Senza De Paul, il centrocampo perde di qualità. Ecco che allora si pensa subito a un sostituto. Per ora non c’è un nome su cui puntare ma Pozzo ha provato a fare un tentativo per l’ex Juventus Mario Lemina. Il classe 1993 del Gabon infatti, rientrato al Southampton dopo il prestito al Fulham, è in uscita. Per ora è stato proposto uno scambio con un calciatore del Watford, neopromosso in Premier League, che però è stato respinto dal Southampton. Vediamo se la situazione si sbloccherà.

Leggi anche:  Arriva la bomba: "Cavani è infelice". Ecco le tre squadre su di lui

Attacco: il reparto più da rinforzare

È proprio in attacco che l’Udinese dovrà essere più attiva. Maximiliano Romero, che ormai sembrava pronto a vestire la maglia bianconera, è stato messo in standby. Il motivo è legato dietro ai noti problemi al ginocchio. Confermato invece Nacho Pussetto, su cui sia Pozzo che Gotti puntano. In uscita invece c’è Riad Bajic, molto vicino al Brescia del neo tecnico Filippo Inzaghi. Il nome da tenere d’occhio però sarà quello di Nwankwo Simy. Secondo Alfredo Pedullà infatti, il nigeriano è un obiettivo concreto. Queste le sue parole: “L’attaccante ha diverse proposte anche dall’estero, ma preferirebbe restare in Italia. Vi abbiamo parlato della Fiorentina, ci sono le genovesi, ma attenzione alle sorprese. Una pista da tenere in considerazione è quella che porta a Udine, a maggior ragione dopo il naufragio della trattativa per Maxi Romero che non ha superato le visite mediche”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: