Inter, il sostituto di Hakimi arriva dall’Inghilterra!

Pubblicato il autore: Giuseppe Visco Segui

Dato l’addio Hakimi, accasatosi al PSG per 60 milioni di parte fissa più 13 di parte variabile (8 facilmente raggiungibili e 5 più difficili), l’Inter è a caccia di un sostituto. Il nome più caldo sembrava quello di Bellerin dell’Arsenal, per cui i Gunners chiedono 25 milioni di euro. La società neroazzurra, però, non naviga in buone acque e vorrebbe spendere il meno possibile. Anche Dumfries è un obbiettivo ma, anche lui, costoso. Il PSV chiede una cifra superiore ai 20 milioni di euro per lui dopo il buon Europeo con l’Olanda. E allora torna fortemente in auge il nome di Davide Zappacosta, esterno del Chelsea, l’ultima stagione in prestito al Genoa: con i liguri 25 presenze e 4 reti.

 

L’esterno è arrivato al Chelsea dal Torino nel 2017, voluto dall’allora tecnico Antonio Conte, per una cifra vicina ai 30 milioni di euro. Coi londinesi ha giocato una buona stagione sotto la guida di Conte. L’anno successivo, invece, con mister Sarri, non trova la stessa fiducia. Viene mandato in prestito alla Roma ma reduce un grave infortunio, entra in campo solo 9 volte. L’anno al Genoa, invece, gli è servito per rilanciarsi e rendersi protagonista di ottime prestazioni, tali da convincere l’Inter a puntare su di lui. Inzaghi vorrebbe fare di lui il post Hakimi. Il prezzo di Davide Zappacosta è inferiore ai 10 milioni di euro e ciò fa di lui un obbiettivo concreto. La carta d’identità recita 1992: ottimo mix di esperienza internazionale e italiana per lui ha compito 29 anni l’undici giugno.

Leggi anche:  Inter, ultime infortunio Correa e Vidal: cosa trapela in vista della Fiorentina

L’alternativa potrebbe essere Lazzari della Lazio ma, si sa, Lotito è bottega cara. Per l’esterno ex Spal chiede una cifra superiore ai 20 milioni di euro, cifra che Zhang non è disposto nemmeno a valutare. Zappacosta, da parte sua, sarebbe favorevolissimo a un trasferimento in neroazzurro. C’è solo da trattare con il Chelsea ma, di fronte a un assegno di 8-9 milioni di euro, i londinesi lo darebbero via all’istante.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,