Ribery deluso dalla Fiorentina: “Volevo restare, mancato di rispetto”

Pubblicato il autore: Mario Nuvoletto Segui

Ribery
Dopo 12 anni al Bayern Monaco, Ribery ha deciso di lasciare la Germania e trasferirsi a Firenze. Alla Fiorentina il francese ha disputato due stagioni molto altalenanti, condite da solamente cinque reti in 51 presenze. Le sue due annate in Serie A sono state condizionate da infortuni, tra cui una lesione al legamento collaterale mediale della caviglia destra. Il 30 giugno è scaduto il suo contratto con i Viola, restando svincolato. Franck, però, ha sempre manifestato la sua voglia di voler restare in Toscana, ma non la vedeva dello stesso modo la proprietà. La questione ha molto deluso il giocatore che in un’intervista si è detto deluso dal comportamento del club.

Ribery: “Due anni con la Fiorentina bellissimi. Vorrei rimanere in Italia”

Franck Ribery, 38 anni compiuti, ora è senza squadra. Un addio amaro quello alla Fiorentina, squadra che lo ha accolto con molto rispetto. Il francese avrebbe preferito continuare la sua avventura in Viola, ma sentendo le parole dell’attaccante la dirigenza gli ha mancato di rispetto. Ecco che cosa ha dichiarato a Toscana Tv: “Non è stato facile – ammette Ribery -. Io sono una persona vera, ho dato veramente tutto, com’è nella mia mentalità. Per tre o quattro settimane nessuno mi ha chiamato, ci poteva essere la sensazione che mancasse il rispetto nei confronti del mio impegno. Mi è sembrato che questi due anni in cui ho dato tutto non siano stati riconosciuti“.

Leggi anche:  Serie A, dove vedere Udinese - Fiorentina: streaming o diretta TV, SKY o DAZN?

Idee sul futuro diverse tra le due parti: “Ho pensato veramente di continuare a Firenze, non ho mai criticato la società e ho bei ricordi. Due anni con la Fiorentina per me sono stati una bella esperienza, hanno significato tanto. Non sono stati due anni facili, ma ho conosciuto una bella città e tante belle persone. Ho dato il massimo per la squadra e per i tifosi. Peccato, avrei voluto continuare un altro anno, ma la vita e il calcio sono così. Sono sempre stato a disposizione, anche nei momenti più duri“. E ora quale destino per Franck?: “Vorrei rimanere in Italia, mi piacerebbe restare in questo campionato“. Per lui si parla di un interessamento della Sampdoria di Ferrero. Vedremo se si concretizzerà l’affare o resterà uno svincolato di lusso.

  •   
  •  
  •  
  •