Raiola alla Rai: “Pogba, ritorno alla Juve assolutamente possibile”

Pubblicato il autore: Christian La Pira Segui


In un’intervista rilasciata alla Rai, Mino Raiola ha voluto parlare di tre argomenti di forte attualità, dal potere della Fifa alle situazioni di due tra i suoi assistiti: Pogba e Donnarumma.

“La Fifa non comanda il calcio, e noi agenti non siamo il male di questo sport”

“La Fifa vorrebbe fare un Mondiale ogni due anni” – esordisce l’agente – “Ma la Fifa non è la padrona del calcio, i giocatori non sono suoi”. Un commento anche su chi definisce i procuratori il male attuale del mondo del calcio: “Non è così, se compri una Rolls Royce e quella non va, non è colpa dell’autista. Se i proprietari dei club non sanno amministrare i conti dei propri club non è colpa di noi agenti, ma anche su questo argomento sono pronto a sedermi per discuterne e parlarne”.

“Pogba potrebbe tornare a Torino, ma dipende anche dalla Juve, Donnarumma presto titolare del PSG”

Si parla poi di Pogba e Donnarumma, due tra i più forti giocatori che fanno parte della scuderia Raiola: “Donnarumma sarà il portiere titolare del PSG, è superiore a Navas, non c’è partita. Mi è dispiaciuto com’è stato trattato, da traditore, lui poteva tranquillamente andare via ben 4 anni fa e non l’ha fatto. La Juventus poteva prenderlo e non l’ha fatto, credo siano amareggiati per questo. E non solo la Juventus. Mentre invece per quel che riguarda Paul, lui col Manchester United ha un contratto in scadenza nel prossimo Giugno. Parleremo con loro, e se non dovesse rinnovare, prenderemmo in considerazione ogni offerta. Tornare a Torino? Perchè no, quella città gli è rimasta nel cuore, Paul vorrebbe tornare, ma dipende anche da quel che vuol fare la Juventus”.

  •   
  •  
  •  
  •