Mkhitaryan-Inter, è fatta: l’armeno saluta la Roma a zero

Pubblicato il autore: Mattia Passariello


Simone Inzaghi
avrà un nuovo rinforzo a centrocampo: si tratta di Henrikh Mkhitaryan. L’armeno classe 1989, fresco vincitore della Conference League con la Roma, ha infatti deciso di rifiutare la proposta di rinnovo della società giallorossa. Mkhitaryan sarà dunque un giocatore dell’Inter nella prossima stagione e ormai si attende soltanto l’ufficialità del passaggio in nerazzurro a parametro zero, l’ennesimo colpo messo a segno da Beppe Marotta. Fa seguito ad altri importanti innesti a zero come Diego Godin, Stefan De Vrij, Alexis Sanchez, Hakan Calhanoglu André Onana.

Mkhitaryan, un’arma in più per Inzaghi

La Roma aveva offerto a Mkhitaryan 4,2 milioni di euro più rinnovo del contratto di un altro anno legato al raggiungimento del 50% delle partite giocate in stagione. La società capitolina si era così avvicinata alle richieste del calciatore (biennale da 5 milioni di euro), che però ha scelto la via di Milano. Sulla scelta di Mkhitaryan ha influito certamente anche la possibilità di giocare la Champions League con l’Inter. L’armeno saluta così la Capitale con un trofeo dopo tre stagioni in giallorosso e 29 reti in 117 apparizioni. A Milano ritroverà Edin Dzeko, suo compagno per due stagioni a Roma.

Leggi anche:  Calciomercato Milan, parla Maldini: "Ecco chi vuole compare il Milan"

Mkhitaryan ha già parlato con Inzaghi, che gli ha spiegato come verrà utilizzato nella prossima stagione. La duttilità dell’ex Arsenal e Manchester United può rappresentare un fattore importante per il tecnico piacentino, che ha così trovato anche un pezzo mancante nella stagione da poco conclusasi: l’alternativa naturale ad Hakan Calhanoglu. Mkhitaryan è un giocatore in grado di ricoprire diversi ruoli, come ampiamente dimostrato in carriera. Può agire da trequartista classico, mezzapunta, esterno offensivo e all’occorrenza anche falso nove. Un vero e proprio jolly, capace di svariare su tutto il fronte offensivo offrendo quantità e qualità. Requisiti importanti per un’Inter chiamata ad essere competitiva su tutti i fronti.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: ,