L'agente di Retegui: "Volevo portarlo alla Roma, ma Tiago Pinto ha detto no. Partire con Mourinho senza rinnovo..."

Edoardo Stanchi, agente di Mateo Retegui, è stato intervistato da RomaNews.eu, e ha raccontato il retroscena di mercato riguardo il 24enne, approdato quest'estate al Genoa

Quest'oggi, all'Hotel Hilton di Roma, sta andando in scena l'evento di chiusura del calciomercato. Romanews.eu ha intervistato Edoardo Stanchi, agente italiano di Mateo Retegui, che ha raccontato un retroscena attorno al neo attaccante del Genoa.

Retegui è approdato a Genova il 26 luglio 2023, a titolo definitivo. I genoani, neopromossi in Serie A, hanno puntato tutto su di lui. Il calciatore ha già siglato con i rossoblù tre gol, di cui 1 in Coppa Italia, e uno in Serie A, nella seconda partita di campionato contro la Lazio. Il giovane sta dando dunque molta soddisfazione al club che lo ha accolto nel migliore dei modi.

Parla Edoardo Stanchi, agente di Mateo Retegui: "Vi racconto perché non è andato alla Roma e cosa ha detto Tiago Pinto"

"Le prime chiacchierate le abbiamo fatte durante la stagione, quando si è messo in mostra in Nazionale. Quando Abraham si è fatto male abbiamo parlato con Tiago Pinto, anche perché da tifoso volevo far sì che Mateo andasse alla Roma, ma Pinto ha detto che non era un calciatore che stavano seguendo, 'cerchiamo altri profili'. Peccato perché è un ottimo ragazzo". Così ha aperto l'intervista l'agente del 24enne argentino.

Edoardo Stanchi ha poi parlato dell'arrivo dell'attaccante belga nella Capitale: "Con l'acquisto di Lukaku la vedo arrivare in Champions, anche se manca un portiere e un po' i laterali, ma dopo Napoli e Inter che fanno un altro sport, con Milan, Lazio e Atalanta, la Roma deve andare in Champions". Ha inoltre aggiunto che non si aspetta un ultimo colpo di mercato dalla Roma, precisando: "Il Milan forse farà l'attaccante, ma le bombe credo sono state già fatte".

Sui sorteggi del Girone di Europa League: "Credo che quest'anno la Roma vinca sicuramente il Girone, e deve farlo. Credo che potrebbe rifare lo stesso percorso dell'anno scorso, anche se arrivare in finale è sempre difficile, ma in semifinale deve andarci".

Stanchi: "Vicenda Mourinho? Gestita superficialmente"

La stagione è partita, e José Mourinho è ancora senza rinnovo. Le parole di Stanchi a riguardo: "Partire con il contratto in scadenza, e due partite andate così, è una bomba a orologeria. Mourinho è stratosferico, ma è difficile con un anno di contratto. Avrei fatto il rinnovo di almeno un anno, perché se le cose vanno bene ti chiede il rinnovo, se le cose non vanno è un'arma a doppio taglio nonostante Lukaku. La cosa è stata gestita in maniera un po' superficiale a mio avviso".